Salute

Leoni africani verso l'estinzione, associazioni Ue scrivono a Galletti

leone_xin-kOBG-U32263645383L4D-150x100@Produzione

Roma, 18 lug. (AdnKronos Salute) - "Invitiamo il ministro Galletti a esprimere apertamente il sostegno dell'Italia alla proposta dei Paesi africani affinché diventi illegale l'uccisione a scopo commerciale di leoni e loro prodotti derivati, e si metta uno stop all'estinzione di questa specie, la cui sopravvivenza è in serio rischio. Se non fermiamo subito la caccia, i leoni potrebbero scomparire in breve tempo dal pianeta".

Con una lettera firmata dalle maggiori organizzazioni di protezione animali in Europa, la Lav chiede al ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti di sostenere apertamente lo spostamento dei leoni africani (Panthera leo) dall'Appendice II all'Appendice I della Cites (Convenzione di Washington sul commercio internazionale di specie protette), in occasione della prossima Conferenza delle parti della Convezione Cites che si terrà a settembre in Sud Africa. "A quanto ci è noto - fa sapere la Lav - fino ad oggi l'Italia non ha preso alcuna posizione in materia nelle riunioni tecniche preparatorie alla prossima Conferenza della Parti (Cop) Cites, in corso a Bruxelles, nonostante il nostro Paese sia uno dei maggiori protagonisti nella caccia al trofeo che vede come obiettivo i leoni e quindi dia un contributo diretto alla progressiva estinzione dei leoni africani".

La Red List sulle specie in via di estinzione dell'Iucn del 2015 rileva che la popolazione dei leoni è soggetta a un drammatico declino, in numero e presenza, negli habitat della maggior parte dei Paesi africani. Negli ultimi 21 anni la popolazione dei leoni africani si sarebbe ridotta del 43%, e la loro presenza sarebbe rilevata al momento solamente nell'8% del loro territorio storicamente abituale. Secondo fonti Cites, i trofei derivati dalla caccia ai leoni costituirebbero il 42% delle esportazioni di prodotti derivati da questi animali. Le stime prevedono inoltre una riduzione di un ulteriore 50% dell'attuale popolazione dei leoni africani in assenza di un'inversione di tendenza. Lo spostamento dei leoni dall'Appendice II all'Appendice I è stato proposto dalla maggior parte dei Paesi africani e deve pertanto ricevere il supporto dell'Unione europea, nella posizione comune espressa dagli Stati Membri, tra cui l'Italia.

© Riproduzione Riservata

Commenti