Salute

Lenti a contatto: consigli per l'uso

Le lenti a contatto hanno subito una lunga evoluzione fino a essere preferite agli occhiali da circa quattro milioni e mezzo di italiani

Frau setzt sich Kontaktlinsen ein, Woman giving contact len into her eye

Luca Sciortino

-

“L’idea della lente a contatto nasce da una riflessione di Leonardo da Vinci che aveva notato come, immergendo il viso nell’acqua, la visione cambiava” racconta Pierluigi Pagliari, responsabile del clinical & professional service tlc, “i primi sviluppi di una lente a contatto in vetro sono nel 1800 anche se senza molto successo”. La chiave di tutto è stata la scoperta di materiali biocompatibili e più malleabili del vetro: “la scoperta del PMMA, il polimetilmetacrilato, della famiglia dei plexiglas, ha permesso la costruzione delle prime lenti a contatto vere e proprie.

Quando l'acqua fa miracoli

La scoperta è stata casuale: gli inglesi si accorsero che quando le schegge delle cupole degli aerei costruite in PMMA penetravano negli occhi dei piloti non vi erano conseguenze rilevanti”. Poi, negli anni '60 un altro passo avanti quando fu scoperto l’HEMA: “il 38 per cento di questo materiale, che è il padre delle lenti a contatto morbide, è acqua.

- LEGGI ANCHE: Presbiopia: consigli per l'uso

Dall’inizio degli anni '70 in poi queste lenti a contatto si sono evolute grazie ai progressi tecnologici finché negli anni '90 sono state introdotte le lenti a contatto usa-e-getta /disposable giornaliere, quindicinali o mensili” dice Pagliari “Oggi, delle lenti a contatto vendute, l’80 per cento sono morbide e il 70 per cento usa e getta. Ormai quasi tutte le ametropie sono correggibili con lenti a contatto, anche la presbiopia. E’ importante notare che per poterle applicare è fondamentale avere consenso del medico oculista. Mai far da sé usando Internet” raccomanda Pagliari.

- LEGGI ANCHE: Miopia: consigli per l'uso

Avvertenze pratiche

Oggi la contattologia è divisa in quella di massa e quella specialistica (cheratocono, astigmatismi irregolari, lenti post trapianto)”.  A usare lenti a contatto sono circa quattro milioni e mezzo di italiani e il 52 per cento della popolazione usa occhiali o lento a contatto.

- LEGGI ANCHE: Astigmatismo: consigli per l'uso

Alcuni consigli: “ non portare mai le lento a contatto per più di otto-dieci ore; riporre sempre le lenti nella soluzione unica e sciacquarle con una soluzione salina; evitare luoghi polverosi; toglierle quando si prende il sole perché i raggi solari fanno asciugare la lente che deve stare sempre ben irrorata”.

- LEGGI ANCHE: Ipermetropia: consigli per l'uso

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Presbiopia: consigli per l'uso

Tutto quello che c'è da sapere sul disturbo dell'occhio che insorge nella mezza età

Ipermetropia: consigli per l'uso

Colpisce soprattutto i bambini. Ecco quello che c'è da sapere

Astigmatismo: consigli per l'uso

Tutto quello che c'è da sapere su uno deidisturbi più comuni dell'occhio

Miopia: consigli per l'uso

Colpirà sempre più persone nel futuro prossimo. Ecco alcuni consigli da un ottico e contattologo esperto

Commenti