Salute

Ipotizzato un ruolo protettivo dell'alcol dalla sclerosi multipla

Uno studio svedese ha trovato una relazione tra maggiore consumo di alcolici e minor rischio di sviluppare la malattia

– Credits: iStockphoto

Bere alcolici sembra avere un'associazione inversa con il rischio di sviluppare la sclerosi multipla, un ruolo protettivo che pare aumentare di pari passo con le dosi di alcolici consumate. I ricercatori svedesi che hanno fatto questa scoperta, pubblicata sulla rivista JAMA Neurology, stavano cercando prove di un legame tra l'alcol e la malattia simile a quello che si riscontra con il fumo, uno dei fattori di rischio più noti.

La sclerosi multipla (SM) è una malattia neurologica cronica che si sviluppa come risultato dell'interazione tra fattori ambientali e genetici inducenti e protettivi. Studi precedenti sul rapporto tra alcol e malattia avevano ottenuto risultati considerati inconcludenti: l'effetto degli alcolici sull'insorgenza del disturbo non era insomma ancora stato chiarito. Tuttavia, il rischio di altre malattie autoimmuni come l'ipotiroidismo autoimmune, il lupus eritematoso sistemico e l'artrite reumatoide è risultato essere inferiore nei bevitori rispetto ai non bevitori. Ampie prove indicano che l'alcol ha significative proprietà immunomodulanti legate alla dose assunta.

Il team del Karolinska Institutet ha lavorato su due studi di popolazione svolti in Svezia con partecipanti di età compresa tra i 16 e i 70 anni, per un totale di 6.619 casi di sclerosi multipla e 7.007 controlli. Nel primo, uno studio epidemiologico sulla malattia, le donne che dichiaravano un elevato consumo di alcolici presentavano un rapporto di probabilità di 0,6 di sviluppare la sclerosi multipla rispetto alle non bevitrici. Per gli uomini questo rapporto risultava pari a 0,7, dato confermato per entrambi i sessi nel secondo studio di popolazione, focalizzato sull'influenza di geni e ambiente sulla sclerosi multipla. Questo significa che il consumo di alcol rende meno probabile l'insorgenza della malattia.

Ma non è stata l'unica sorpresa in cui si sono imbattuti i ricercatori. E' risultato infatti anche un effetto attenuativo dell'alcol sull'effetto negativo del fumo sulla malattia. "Anche se l'effetto dell'alcol sulla malattia già in corso non è stato analizzato in questo studio", concludono gli autori, "i dati possono avere una rilevanza per la pratica clinica". In base a quanto emerge dallo studio non c'è motivo per consigliare alle persone con sclerosi multipla di eliminare totalmente l'alcol.

© Riproduzione Riservata

Commenti