Salute

Fitness: pediatra promuove Giro d'Italia, passione per bici fa bene ai bimbi

ciclismo_giro_fotocyclingit2

Roma, 10 mag. (AdnKronos Salute) - Il Giro d'Italia fa "molto bene ai bambini". A promuovere la celebre gara, che oggi e domani fa tappa a Praia a Mare "dove sventolano sul percorso 150 Bandiere verdi dei pediatri 2016 insieme a quelle del Giro", è il pediatra di Milano Italo Farnetani. "La bici fa sempre bene ai bimbi, e seguire una gara simile insieme al papà li aiuta a costruire le proprie radici", dice il medico che ancora ricorda la sua esperienza qualche anno fa sull'automedica del Giro. "Si esalta così un evento sportivo, ma anche collettivo e coinvolgente, che promuove lo sport come elemento fondamentale per la salute", spiega all'AdnKronos Salute.

Il ciclismo è protagonista di una delle quattro C indicate da Farnetani per contrastare l'epidemia di sedentarietà e chili di troppo fra i piccoli italiani. "Ho coniato la regola delle 4C: camminare, cane, ciclismo, comportamento alimentare. Sono i quattro sistemi per combattere in modo efficace la tendenza alla vita sedentaria, perché il sovrappeso e l'obesità si contrastano muovendosi, cioè consumando di più, piuttosto che mangiando di meno. Il bambino ha bisogno di assumere con la dieta i vari principi nutritivi utili per la crescita". E fare una dieta è sempre pericoloso: se non è sotto controllo medico, rischia di tradursi in un'alimentazione squilibrata.

"Camminando, soprattutto a passo veloce, si consumano 500 calorie in un'ora e sono moltissime - rileva il pediatra - specie se si pensa che con la corsa e la pallacanestro se ne consumano 600 e con il calcio 650. Avere un cane è un'altra preziosa occasione per uscire e muoversi, e per il bambino anche per correre insieme. La terza C è proprio quella del ciclismo. Andare in bicicletta piace, e oltre che far consumare calorie è un modo piacevole anche per stare insieme a genitori e nonni".

"Io suggeriscono anche di non frenare il bimbo: con il casco e in zone tranquille, se vuole può provare l'ebbrezza della velocità e mettersi in gioco", prosegue Farnetani. Infine il comportamento alimentare, che deve essere "corretto: consumare sempre la prima colazione, perché contrariamente a quanto si può pensare, se si mangia al mattino si ingrassa meno. E' importante anche limitare, ma non eliminare, l'assunzione di pane, pasta, dolci, che sono ricchi di calorie", conclude.

© Riproduzione Riservata

Commenti