coppia sposata
Salute

Essere in coppia aiuta a evitare il sovrappeso

Uno studio giapponese sui diabetici mostra che i single hanno il doppio delle probabilità di metter su chili di troppo

Si sono scritti fiumi di inchiostro, sulle riviste scientifiche come sui giornali popolari, sui benefici del matrimonio sulla salute. Vivere in coppia sembra protegga da una caterva di problemi fisici e mentali e, col passare dell'età, assicura a ciascun coniuge cure migliori che ne allungano potenzialmente la vita. L'ultima scoperta in merito l'ha fatta un gruppo di ricercatori giapponesi della Yokohama City University, che ha esaminato 270 persone affette da diabete di tipo 2, con un'età media di 65 anni, 180 dei quali erano sposati mentre 90 erano single.

Analizzando altezza e peso dei partecipanti per trarne l'indice di massa coporea, e dopo aver misurato anche la loro massa grassa, i dati hanno rivelato che le persone sole avevano il doppio delle probabilità di andare incontro a sovrappeso rispetto agli accoppiati. E non è tutto: gli uomini sposati, è emerso, avevano anche meno probabilità di soffrire di sindrome metabolica, un mix di diabete, ipertensione e obesità che danneggia i vasi sanguigni. Lo stesso però non è vero delle donne sposate.

Alla presentazione dei dati al meeting dell'Associazione Europea per lo studio del diabete, che si conclude oggi a Monaco di Baviera, gli autori hanno commentato che vivere con il partner rappresenta una forma fondamentale di sostegno sociale. Le persone all'interno di una relazione sentimentale sono probabilmente più propense a magiare in modo più sano, a prendere regolarmente i farmaci e a sottoporsi a visite mediche quando non si sentono bene.

"Questi risultati suggeriscono che è necessario un sostegno di tipo sociale per aiutare i pazienti single con diabete di tipo 2 a gestire il loro peso corporeo", rilevano gli autori, perché essere single in pratica rappresenta di per sé un fattore di aumentato rischio per sovrappeso e sindrome metabolica, soprattutto negli uomini.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti