Susan Boyle e la Sindrome di Asperger

La cantante britannica star del Britain's Got Talent ha svelato il mistero del suo comportamento giudicato "strano" Ecco che cos'è esattamente la sua patologia

– Credits: Ansa

Redazione

-

Susan Boyle, che con la sua voce straordinaria è stata la rivelazione dell'edizione 2009 del Britain's Got Talent, ha raccontato di essere affetta da Sindrome di Asperger.

Quando salì sul palco del popolarissimo show televisivo nessuno avrebbe immaginato che quella casalinga scozzese dall'aria un po' dimessa e "strana" sarebbe diventata una star. Invece le bastò intonare le prime note di I dreamed a dream per conquistare i giudici e il pubblico. Ora, dopo una serie di assurde illazioni sul suo comportamento a metà tra il timodo e il bizzarro ha raccontato in un'intervista al Guardian che un anno fa uno specialista le ha diagnosticato la Sindrome di Asperger, una forma di autismo che può influenzare il modo di rapportarsi agli altri. 

Per chi vuole saperne di più saperne di più su questa patologia, la sito dell'associazione Spazio Asperger Onlus ha tradotto e messo online uno schema che sintetizza le caratteristiche dei bambini con sindrome di Asperger. Tra i segnali che possono far pensare ad una diagnosi di Asperger in un bambino:

  • Ritardo nella maturità sociale e nel pensiero sociale
  • Difficoltà nel fare amicizie e spesso vittime di bullismo
  • Difficoltà nel controllo e nella comunicazione delle emozioni
  • Insolite capacità linguistiche che includono un ampio vocabolario e una sintassi elaborata ma in concomitanza con capacità di conversazione immature, prosodia insolita e tendenza ad essere pedanti.
  • Interessi insoliti per argomento o intensità
  • Profilo insolito nelle difficoltà di apprendimento
  • Necessità di assistenza nell´organizzazione e nell´auto-aiuto.
  • Goffaggine nel modo di camminare e nella coordinazione
  • Sensibilità a suoni, sapori e consistenze specifiche o sensibilità tattili
 
© Riproduzione Riservata

Commenti