Scienza

Primavera: dieci sport per tornare in forma

Alcune  discipline che permettono di bruciare molte calorie in poco tempo. A patto che..

Getty Images

Nonostante le piogge, la primavera è finalmente arrivata e, puntualmente, scatta anche la corsa per recuperare la forma perduta, dopo le abbuffate invernali. Tra diete di ogni tipo e gusto, digiuni e primi timidi tentativi di riprendere l'attività fisica, arrivano i consigli degli esperti. Consigli "mirati", con tanto di elenco degli sport "brucia calorie": si va dallo sci di fondo allo squash, passando per il ciclismo e la tradizionale corsa.

Tutte discipline che richiedono un alto dispendio di calorie e dunque permettono di tornare in forma in tempi piuttosto rapidi. In barba ai tradizionali inviti ad un approccio graduale all'attività sportiva, gli sport elencati dalla Società Italiana di Scienza dell'Alimentazione prevedono sforzi anche non indifferenti, dunque non sono indicati per i neofiti o coloro che a digiuno di sport. Nella classifica , che si può consultare al sito Melarossa.it, il portale di alimentazione e diete a cura della stessa S.I.S.A., al primo posto si trova infatti lo sci di fondo. In un'ora di allenamento intenso si possono bruciare fino a 1.125 calorie, mentre limitando un po' l'attività se ne possono consumare in media 545. Oltre a impegnare tutti i muscoli del corpo, viene praticato all'aria aperta (dunque è molto aerobico) e al freddo, facendo bruciare dunque di più rispetto ad altre discipline.

Al secondo posto si trova un altro sport molto impegnativo e sempre da praticare all'aperto, come il ciclismo: pedalando per un'ora a velocità moderata-media si consumano in media 550 calorie, mentre aumentando andatura o durezza del percorso si arriva anche a 850 calorie in 60 minuti. Si tratta di uno sport molto utile per migliorare l'attività cardiaca e respiratoria, ma anche la muscolatura delle gambe e quella addominale. Per i più tradizionalisti, poi, c'è la corsa, che permette di bruciare fino a 850 calorie per un'ora di sport a livelli intensi. Si può correre pressocchè sempre e su diversi tipi di terreno, a seconda dei gusti (e delle possibilità).

Meno usuale, invece, è lo squash, che si trova al quarto posto nella lista: "inseguendo" la pallina, tra scatti e ripartenze, si possono consumare 820 calorie in un'ora, ma occorrono prontezza di riflessi e un allenamento di base, perchè questa attività è molto simile ad un interval training continuo. Al quinto posto della classifica della S.I.S.A si trova invece un'attività considerata poco "sportiva" e più ludica: il salto con la corda, classico gioco da bambine, ma anche tipico allenamento dei pugili (in cui si è cimentata anche la First Lady, Michelle Obama). Oltre a migliorare la postura, permette di bruciare tra le 815 e le 680 calorie all'ora.

A seguire, poi, si trovano il rugby, tornato in auge con le performance della Nazionale italiana al Torneo Sei Nazioni, il pugilato, il nuoto e, a chiudere, il canottaggio. Mentre il rugby sviuppa anche il senso della tattica, il pugilato viene indicato anche per accrescere la resistenza e migliorare i riflessi. Gli sport acquatici, invece, consentono di allungare la muscolatura e sono particolarmente indicati per perdere peso.

Insomma, ce n'è per tutti i gusti. Il comune denominatore è la quantità di grassi che si possono bruciare, calcolata su indicazione dell'app CalorieBruciate di FindTheBest.com. L'importante è iniziare (quello sì, gradualmente), tenendo presente che lo sport, oltre a far bruciare grassi e calorie, migliora anche lo stato di salute complessivo. Tra i benefici ci sono, ad esempio, la diminuzione dell'insonnia: bastano, infatti, 10 minuti di attività al giorno per dormire meglio. Lo sport, poi, specie quello praticato da giovani, aiuta a ridurre il pericolo di malattie cardiovascolari da grandi, come dimostrato da recenti ricerche.

© Riproduzione Riservata

Commenti