Hand-written Pi numbers on green chalkboard
Scienza

Pi greco Day: perché il 14 marzo

Dagli Stati Uniti all'Italia, la festa della matematica celebra oggi il numero più famoso al mondo, il Pi greco. Tra quiz e sfide a prova di cervelloni

Oggi matematici e fisici festeggiano il Pi Day, il giorno del Pi greco (π). Nata nel 1988 a San Francisco da un’idea del fisico Larry Shaw, l'iniziativa coinvolge da anni tutto il mondo della scienza.

Perché lo si festeggia il 14 marzo 
La scelta della data non è casuale: nella tradizione anglosassone il mese viene prima del giorno, così il 14 marzo diventa in cifre 3.14, ovvero il Pi greco. Inoltre il caso ha voluto che il 14 marzo sia anche il giorno in cui è nato Albert Einstein. Inoltre alcuni celebrano la ricorrenza dalle ore 15, in modo da adeguarsi all'approssimazione 3.1415.

La Storia del Pi greco Day
Larry Shaw, un fisico dell’Exploratorium di San Francisco ventino anni fa discutendo con un amico sull'irrazionalità di Pi greco decise di celebrare una giornata l'anno per ricordare questo numero così famoso e utile. È lì che, per la prima volta, a Shaw viene l’idea di celebrare il Pi Greco Day.

Le origini del Pi greco
Pi greco è una costante matematica che esprime il rapporto tra la circonferenza e il diametro di un cerchio. E un numero irrazionale, un numero di cifre decimali infinito.

Le origini del Pi greco risalgono all’antichità. Da sempre è stato usato in architettura e nell’edilizia per rispettare le proporzioni, le dimensionie e stabilire il materiale più adatto alla costruzione di cupole, archi o tunnel. Copernico e Galilei lo usavano per calcolare le dimensioni e la distanza dalla Terra delle stelle, oltre le loro orbite.

Oggi non potrebbero farne a meno gli esperti di calcolo delle probabilità, i biologi e i piloti.

Il Pi greco sbarca in Italia
Oltre agli Stati Uniti, dove è tradizione celebrare il Pi greco day con una serie di iniziative di ambito accademico e non solo (da quattro anni il Jet Propulsory Laboratory della Nasa organizza una sfida tra studenti), anche l’Italia quest'anno lo festeggia. Il ministero per l’Istruzione, l’università e la ricerca organizza infatti per la prima volta un’iniziativa simile a quella statunitense, con sfide, test e quiz a colpi di numeri.

© Riproduzione Riservata

Commenti