Scienza

Narcisisti per necessità

La scienza assolve coloro che si piacciono troppo. Amare se stessi serve per la sopravvivenza

Credits: NinaMalyna - Fotolia /Gettyimages

Narcisista non è, di solito, un complimento. Il narciso è una persona egoriferita, autocompiaciuta, che mette se stessa prima degli altri. E se tutto ciò fosse necessario e, in qualche misura, auspicabile? È quel che suggerisce una recente teoria di biologia dell’evoluzione: questa forma di amore verso se stessi è la prima che apprendiamo grazie alle cure parentali (già lo suggeriva Sigmund Freud).

«Da piccoli veniamo considerati “Sua maestà il bambino”» ricorda lo scrittore americano Mark Vernon. «E questo amore incondizionato che ci circonda rafforza l’autostima e l’accettazione di sé, elementi fondamentali per combattere depressione e problemi psicologici». Crescendo, l’illusione di essere amati da tutti svanisce. Però la nostra autostima si è ormai radicata in noi. E, se non è esagerata, ci aiuta a vivere meglio.

Leggi Panorama online

© Riproduzione Riservata

Commenti