Scienza

MeteoHeroes, per cambiare il clima

Una app gratuita, con un gioco che insegna ai per bambini dai 4 ai 10 anni come l'uomo incide sul clima. Un'iniziativa culturale del Centro Epson Meteo

Schermata 2016-09-22 a 18.21.48

Il 2016 si candida già come l’anno più caldo della Storia. Serve fare qualcosa di concreto, anche partendo dalla sensibilizzazione e dall’educazione. La riflessione ha ispirato il Centro Epson Meteo, tra i più accreditati enti italiani in ambito meteorologico, che ha sviluppato il progetto MeteoHeroes per promuovere cultura ambientale e meteorologica nelle giovani generazioni: sei bambini-supereroi protagonisti, a difesa della Terra, contro i cattivi comportamenti ambientali. Insomma, con un videogioco sviluppato per dispositivi mobili.

È la prima iniziativa in Italia che affronta il tema ambientale partendo dall'educazione alla meteorologia, diffusa all’estero ma ancora poco presente nel nostro Paese. L’obiettivo è sensibilizzare i più piccoli rispetto alla sostenibilità, all’ecologia e all’ambiente, con un approccio capace di sfruttare in modo innovativo i giochi e i nuovi media.

Il progetto è partito il 29 agosto con la pubblicazione su Google Play e su App Store dell’app gratuita “MeteoHeroes – Inizia l’avventura”, rivolta ai bambini tra i 4 e i 10 anni, e prevede nei prossimi mesi attività con le scuole, prodotti editoriali e un sito internet (www.meteoheroes.it), che sarà periodicamente aggiornato con contenuti educativi e dedicati alle tematiche meteorologiche e ambientali.

Il gioco MeteoHeroes ha sei piccoli protagonisti: sei bambini che il giorno esatto in cui compiono dieci anni, in sei punti lontani della Terra, scoprono di avere poteri speciali. Ciascuno di loro può scatenare un agente atmosferico: far cadere la pioggia e la neve, scagliare fulmini e far risuonare tuoni, imbiancare il mondo di neve, alzare il vento, scaldare la terra e sciogliere i ghiacci

I sei eroi del meteo si ritrovano presto radunati in un’avveniristica Centrale dove l'intelligenza artificiale Tempus, guidata dagli scienziati e dai meteorologi del Centro esperti meteo (Cem), li addestrerà a controllare i loro incredibili poteri, trasformandoli in MeteoHeroes, piccoli supereroi capaci di agire sui fenomeni atmosferici. Il Cem è una struttura internazionale in cima al Gran Sasso, dove operano i più grandi esperti di clima del mondo, ed è diretto dalla scienziata Margherita Rita, in onore di due grandi donne e scienziate, Margherita Hack e Rita Levi Montalcini.

Dalla Centrale i piccoli MeteoHeroes, costantemente collegati con Tempus, si spostano grazie al teletrasporto per risolvere con i loro poteri le emergenze climatiche e ambientali nei diversi punti della Terra.

Amicizia, impegno, sostenibilità, importanza della conoscenza, solidarietà, rispetto degli altri e dell’ambiente: sono questi i valori che i MeteoHeroes intendono trasmettere al pubblico dei bambini, attraverso un gruppo di protagonisti che sono al tempo stesso supereroici e molto umani nei loro pregi e difetti. Il team è inoltre l’espressione diretta di un variegato contesto multietnico, in grado di trasmettere il forte valore che risiede nella diversità.

ECCO I 6 METEOHEROES

Pluvia - Azzurra Latini (Europa - Italia, Roma)
Molto vivace e dotata di intuito e vitalità, è uno dei due leader naturali del gruppo. Il suo potere le consente di entrare ovunque, superando anche le prove più difficili. Quando si arrabbia diventa grandine, scagliandosi sul nemico.

Nix – Su Pa Sin (Asia - China, Harbin)
Classe e fascino la distinguono nel suo portamento. Può sembrare neutra come i milioni di fiocchi che può produrre grazie al proprio potere, o gelida come la coltre di ghiaccio che può stendere con un solo gesto, ma è gentile e altruista. Quando turbata è in grado di scatenare una bufera di neve.

Nubes – Angelita Nube (Sud America – Argentina, Buenos Aires)
Eternamente tra le nuvole, è la più stralunata del gruppo. Ama molto apparire e farsi ammirare, per questo cura molto il suo look. È quella che fa più gruppo di tutte. Se si irrita diventa cupa, incutendo timore. Può trasformarsi a piacimento e sfruttare la sua visuale dall’alto per concedere un vantaggio strategico al team.

Fulmen – Adam Bolt (Oceania – Australia, Sidney)
La sua reazione è talmente veloce che supera spesso il suo pensiero. Agisce, spesso mettendosi nei guai, prima di pensare e non ascolta nessuno che non sia il suo, fulmineo, istinto. È coraggioso e generoso, e farebbe di tutto per la squadra, anche se quasi sempre agisce da solo. La sua energia è letteralmente devastante!

Ventum – Andrew Khumalo (Africa – Sud Africa, Città del Capo)
La costanza non è la sua caratteristica principale. Giocherellone e pazzarello, cambia spesso opinione, proprio come il vento cambia direzione. Questo suo atteggiamento, sommato alle sue manie e al fatto che non è molto incline alla cura personale, ogni tanto infastidisce il gruppo. Ma è d’animo buono e cordiale. Cavalca trombe d’aria, il suo potere gli consente di soffiare talmente forte da spostare qualsiasi oggetto e può evocare trombe d’aria. Dispone di una immensa tasca. Quindi, se avete perso qualcosa molto probabilmente la troverete nel suo marsupio!

Thermo – Tim Coldflame (America – Washington, Seattle)
Leader naturale del gruppo assieme a Pluvia, è il vero saggio dei MeteoHeroes. Ha una maturità superiore a tutto il team, un aspetto che a volte subisce, visto che il suo ruolo non gli consente leggerezze. Ad ogni vero problema gli sguardi si volgono verso di lui. Ha un potere di altissimo livello: bruciare o ghiacciare tutto quello che i suoi occhiali incrociano. Come Pluvia ha un potere che determina la vita sul pianeta, ovvero il giusto equilibrio caldo/freddo.

© Riproduzione Riservata

Commenti