Vuoi dimagrire? Fotografa il cibo con la "Instagram diet"

Secondo una ricerca americana, troppe immagini di pietanze su internet generano "noia sensoriale" e facenno passare la voglia di mangiare

foodporn6

Se possibile scegliete la funzione "macro" ed evitate di "riempire" la foto. Meglio fermare solo un dettaglio e un particolare del cibo che immortalare l'intero piatto. L'effetto sarà senz'altro più suggestivo – Credits: Instagram

Eleonora Lorusso

-

Nell'era di internet, dei social, di Facebook e soprattutto di Instagram chi riesce a resistere alla tentazione di fotografare tutto ciò che ha davanti a sé - cibo compreso - è un semi-eroe. Eppure troppi click potrebbero far male, o bene, a seconda dei propri obiettivi. Secondo una ricerca americana, infatti, troppe immagini di alimenti e piatti succulenti postate su internet avrebbero l'effetto di far passare la voglia di mangiarli. In pratica è come se, al momento di sedersi a tavola per pranzo o cena, si fossero già mangiate 3 fette di torta!

Con la diffusione degli smartphone ormai è possibile immortalare qualsiasi cosa in qualsiasi momento, per poi condividerla sui social network. E in pochi resistono alla voglia proprio di condividere alcuni piatti speciali, magari gustati in vacanza o in qualche tipico o fascinoso ristorante. Sono poi molti anche coloro che si dilettano nel mostrare le proprie doti culinarie, esibendo il frutto di tanto "spadellamento". Eppure gli esperti non hanno dubbi: l'effetto generato è quello di creare senso di sazietà,rendendo i cibi meno piacevoli da gustare al palato e dunque in qualche modo rovinando la cena.

Per dimostrarlo, Ryan Elder e Jeff Larson, professori di marketing alla Marriott School of Management della Brigham Young University, inseme al collega Jospeh Redden della University del Minnesota, hanno condotto una ricerca su oltre 230 persone , osservandone il comportamento con macchine fotografiche e spartphone, e analizzando poi l'atteggiamento a tavola. Quello che hanno potuto scoprire è che in coloro che scattano o guardano troppe foto di cibo su internet si genere quello che hanno chiamato "noia sensoriale".

Come spiegato nello studio, pubblicato sul Journal of Consumer Psychology, nei soggetti esaminati si presenta una mancanza di voglia di assaporare il cibo che si è visto già per troppe volte. L'effetto, dunque, è paragonabile a quello di una "speciale dieta", in grado di diminuire il senso di fame, tanto che c'è già chi parla di "Instagram diet" . Insomma, non i mali vengon per nuocere: se si vuole evitare di mangiare dolci e non si riesce a resistere loro, forse è bene provare a fotografarne molti, nella speranza di sentirsi sazi e appagati senza averne gustato neppure un boccone!

© Riproduzione Riservata

Commenti