Gianni Poglio

-

Giò Sada un anno dopo. A 12 mesi dal trionfo di X Factor il rocker pugliese si è raccontato a Panorama d'Italia in uno degli eventi della data di Trapani. Partenza alle 21 nella Chiesa Sant'Alberto con un'intensa e vibrante versione chitarra e voce di Volando al contrario, la canzone che dà il titolo all'album uscito lo scorso settembre. "Non era previsto che partecipassi e nemmeno che vincessi. Da quel momento è cambiato tutto, ma non ho voluto sfruttare l'onda di X Factor. Per fare il mio disco mi sono preso tutto il tempo necessario. Ci ho messo nove mesi, ma adesso è nato ed è qui".

 

Giò Sada ha le idee chiare. "Io con X Factor ci ho giocato, mi sono lanciato una sfida per vedere come me la sarei cavata in quel contesto. Invece, è andata a finire che ho vinto. E poi sono tornato ad essere quello che sono, senza false illusioni o certezze assolute di successo. Solo tanta voglia di suonare e di vivere questa avventura" racconta prima di aggiungere che presto sentiremo la sua voce accompagnare le musiche della colonna sonora di un cartone animato chiamato Rock Dog.

(qui il Facebook Live dell'evento)

La vera storia di Giò Sada, barese doc, non è quella di un artista da cameretta che decide di provarci presentandosi al più famoso e seguito talent show italiano. "Ho alle spalle quasi 500 concerti, moltissimi dei quali in Europa suonando punk hardcore con la mia band. Io la gavetta l'ho fatta tutta. Migliaia di chilometri in furgone e un impegno pazzesco per convincere quelli che ci venivano a vedere a comprare il merchandising. Vendere magliette e dischi era la nostra garanzia di avere i soldi per tornare a casa. L'alternativa era farsi ospitare da qualcuno del pubblico".

Un'ultima battuta prima di tornare alla musica: "Subito dopo la vittoria a X Factor, Elio mi ha mandato un sms: 'Da adesso in poi non puoi più svegliarti prima di mezzogiorno. Così fanno le rockstar". A seguire il gran finale con una splendida versione di Ring On Fire di Johnny Cash e Il rimpianto di te, il suo primo hit. Tanti applausi e selfie a volontà.

© Riproduzione Riservata

Commenti