BORGOBRUFA SPA
Perugia

Rimettersi in forma a BorgoBrufa

Come fare di un piccolo agriturismo uno dei migliori indirizzi per una vacanza dedicata al benessere

A soli dieci minuti dal centro della città sembra di essere entrati in un dipinto del Perugino: prati verdi e colline circondano un borgo lontano da tutto. "Qui nei giorni più limpidi vedi tutta l’Umbria, puoi quasi toccare Assisi" dice orgoglioso Andrea Sfascia.

- LEGGI ANCHE: Panorama d'Italia a Perugia, tutti gli appuntamenti


È lui il creatore del BorgoBrufa Spa Resort, vicino a Torgiano, inventato e voluto da lui e dalla moglie Ivana. "Ho lavorato per 35 anni nella coltivazione del tabacco, nell’87 acquistai questo terreno, ma non immaginavo che saremmo arrivati fin qui". Parte come semplice agriturismo, nel 2006 si amplia e diventa un relais: "C’erano 48 camere e una piccola spa, ma avevo capito che il futuro non poteva basarsi su convegni e matrimoni, il mercato non andava in quella direzione". Così Sfascia fa un importante investimento e amplia la spa: oltre mille metri quadrati, una meraviglia di piscine interne ed esterne, stanze private dedicate al benessere, massaggi rilassanti uniti a degustazioni e una linea di cosmetici naturali creati con i prodotti del territorio, vino, olio, more e tartufo.
Ancora non gli basta: così stringe un accordo con Campagna Amica, rete dell’eccellenza dell’agricoltura italiana di Coldiretti, e il ristorante propone un menu accurato con le materie prime solo dei produttori locali. Oggi il suo fatturato supera i quattro milioni di euro, l’azienda si è impegnata nella solidarietà supportando il Centro Speranza di Fratta Todina. "Voglio avvicinare i miei clienti a uno stile di vita sano, a una bellezza del corpo e dell’anima: questo luogo ti cura dentro".

© Riproduzione Riservata

Commenti