Milano

A Milano la cultura sul palco di Panorama d'Italia

K. Follett, V. Sgarbi, S. Zecchi, M. De Giovanni, M. Locatelli, D. Rampello, Valerio M. Manfredi: tutti gli eventi e i loro protagonisti

personaggi-milano

Chiara Degl'Innocenti

-

Ormai è assodato. Milano è la capitale italiana della cultura, come lo è stata dell’acciaio e della meccanica. Lo sanno i milanesi che, per l'intera settimana di Panorama d'Italia in città, sono accorsi in migliaia iscrivendosi e partecipando con grande entusiasmo a tutti gli incontri che prevedevano ospiti illustri: scrittori, filosofi, critici d'arte, architetti, designer. Qualche nome? Ken Follett, Vittorio Sgarbi, Stefano Zecchi, Maurizio De Giovanni, Massimiliano Locatelli, Davide Rampello, Valerio Massimo Manfredi.

Ecco tutti i momenti passati insieme a loro, cosa hanno raccontato e spiegato al pubblico della tappa meneghina del tour, e con quali sorprese li hanno stupiti.

Ken Follett
A inaugurare la tappa Ken Follett, lo scrittore i cui romanzi sono stati inseriti nella lista dei 101 best-seller più venduti. Lo scrittore gallese, a Panorama d'Italia, ha annunciato il suo prossimo libro in uscita: A Column of fire anticipandone alcuni dettagli inediti.

- LEGGI QUI L'INTERVISTA A KEN FOLLETT del DIRETTORE MULÈ

LEGGI ANCHE: Follett svela il terzo volume della trilogia di Kingsbridge

Vittorio Sgarbi
Ospite fisso del tour, anche a Milano Vittorio Sgarbi ha fatto centro con una lezione di storia dell'arte rigorosamente sold out. Tema: il "Rinascimento lombardo" con le opere di Bonifacio Bembo, presente a Brera, con quelle di Vincenzo Foppa, responsabile dell'ideazione pittorica della cappella Portinari, in Stant’Eustorgio. Fino a Leonardo con l'Ultima cena.

LEGGI ANCHE: Il rinascimento nell'arte lombarda nel racconto di Sgarbi

Stefano Zecchi
Arte, bellezza e lusso: Stefano Zecchi attraverso un'attenta ricostruzione storica e sociologica ha stupito il pubblico della Chiesa di San Paolo Converso (bellezza estrema e rara). Due ore di lezione volate tra riferimenti a Schomberg, Duchamp, e Joyce, oltre che a Paradiso Occidente, il suo nuovo libro che sarà presto in libreria.

LEGGI ANCHE: Zecchi: il vero lusso è saper desiderare la bellezza

Maurizio De Giovanni
Si è parlato di libri e di fiction con lo scrittore Maurizio De Giovanni, oltre che di un suo "prepensionamento" dall'editoria nel 2019, una notizia quest'ultima che ha sorpreso non poco i fan accorsi alla libreria Mondadori di piazza del Duomo e quelli che su Facebook stavano seguendo la diretta streaming. De Giovanni, durante una lunga intervista pubblica ha rivelato il sottotitolo del prossimo libro della serie ("Sipario per il commissario Ricciardi") facendo anche intendere che è prossima la scomparsa del suo più famoso investigatore. Leggere per credere.

LEGGI ANCHE: Maurizio De Giovanni: "Nel 2019 smetto di scrivere"

Massimiliano Locatelli
All'incontro sul design con l'architetto Massimiliano Locatelli le vie e le piazze più note della città, da Montenapoleone al Duomo, hanno dato il "la" per una lezione su ciò che ha reso famosa questa città in tutto il mondo: i luoghi, gli edifici ma anche gli oggetti che qui sono stati realizzati e che hanno fatto la storia dell'architettura e del design.

LEGGI ANCHE: Viaggio nella storia del design a Milano - FOTO e VIDEO

Davide Rampello
L'incontro con il manager culturale Davide Rampello ha acceso invece un faro sul mondo delle boutique milanesi, derivate dalle vecchie botteghe a loro volta veri e propri centri culturali della città.

LEGGI ANCHE: Rampello e il valore delle arti e dei mestieri milanesi

Valerio Massimo Manfredi
Ultimo appuntamento in ordine di tempo, la "Milano ai tempi dell'impero romano" con Valerio Massimo Manfredi. Un tuffo nel passato, nella storia più antica della città dai tempi di Augusto raccontata nella Chiesa di San Paolo Converso gremita di persone attente e silenziose davanti a tanto sapere.

LEGGI ANCHE: Milano capitale dell'impero romano
© Riproduzione Riservata

Commenti