Sergio Luciano

-

"Con il 45 per cento di presenze turistiche in più, nel 2016 a Mantova (capitale italiana del turismo) si è creato un nuovo benessere, un patrimonio che non andrà disperso". Giovanni Buvoli, vicesindaco di Mantova con molte deleghe tra cui quelle scottanti al bilancio e al commercio, affianca il direttore di Panorama Giorgio Mulè nell’inaugurazione della tappa di “Panorama d’Italia” nella città dei Gonzaga, in piazza Mantegna, dove ha trovato spazio l’infopoint, “la casa di Panorama d’Italia” che distribuisce ai cittadini il programma dei quattro giorni di eventi e dibattiti in cartellone.

- QUI IL PROGRAMMA DEGLI EVENTI E COME ISCRIVERTI

“Grazie di cuore a Mantova”, esordisce Mulè, “che ci sta accogliendo molto bene, con oltre 2500 iscrizioni agli eventi prima ancora del loro inizio e che ci ha aiutato in ogni modo nell’organizzazione della tappa”.

 

“Abbiamo creduto in questa manifestazione fin dall’inizio”, ha ricordato Buvoli che prese parte nel marzo scorso alla conferenza stampa di presentazione del Tour 2016, “perché riteniamo che Mantova debba curare questa nuova centralità: e non possiamo negare che i risultati ci siano stati, basti pensare ai 1000 eventi che abbiamo finora avuto quest’anno, alla recente visita del premier Renzi in occasione dell’accordo tra il Comune e Google per la digitalizzazione del patrimonio artistico cittadino, o al convegno sulle Città d’Arte 3.0 che avrà luogo dall'11 novembre e che vedrà la presenza del Capo dello Stato, il presidente Sergio Mattarella”.

“Abbiamo sempre considerato Mantova una tappa obbligata, per il nostro Tour”, gli fa eco Mulè, “tanto che avremmo voluto inserirla sin dal primo anno nell’itinerario, poi abbiamo atteso e abbiamo anche portato fortuna alla città, che è divenuta capitale della cultura per il 2016”.

Bovoli ha ricordato che questa centralità di Mantova proseguirà nel 2017 anche perché la città, insieme con Bergamo, Verona e Brescia, è stata inserita tra le capitali enogastronomiche europee dell’anno venturo: “E noi siamo sicuri che la qualità della nostra enogastronomia conquisterà moltissimi visitatori. E poi ci sarà in luglio un evento clou per la musica, il concerto di Elton John, fortemente voluto e perseguito proprio dall’amministrazione: ce l’abbiamo fatta e siamo certi che sarà di grande richiamo e successo”.

Naturalmente, se il turismo va difeso ed ancora rafforzato in questa sua fioritura, non basta da solo a risolvere la crisi occupazionale: “La nostra città ha un tessuto industriale importantissimo”, ricorda Buvoli, “che ha patito duramente la stagnazione, nel settore petrolchimico e in altre realtà più sofferenti, ed anche il Comune sta facendo il massimo per invertire la tendenza: abbiamo stanziato già per quest’anno mezzo milione di euro, che nel 2017 contiamo di raddoppiare, per incentivare i tirocini dei giovani nelle aziende, con l’obiettivo di trasformarli in contratti stabili, un intervento che può sembrare modesto ma contiamo che sia invece incisivo”.

© Riproduzione Riservata

Commenti