Mantova

Aiuole galleggianti per mantenere il primato

Dal 1886 la floricoltura Bustaffa cura i giardini più belli d'Italia

20 OCT 2016 - Mantova - "Bustaffa", serre: Massimiliano Bustaffa.

Chiara Raiola

-

Ha ereditato l'impresa dal padre Giovanni, ma la storia arriva da lontano: nel 1886 la Guida amministrativa della città e provincia di Mantova cita Odoardo tra i giardinieri e fioristi più importanti della zona. "Era il mio bisnonno" dice Massimiliano Bustaffa che ora guida l'azienda di floricoltura considerata ancora oggi un punto di riferimento da tutta la città.

- LEGGI ANCHE: Panorama d'Italia a Mantova, 4 giorni di eventi tutti da scoprire

Sono tanti e illustri i giardini realizzati e conservati nel tempo dalla famiglia Bustaffa: da quelli di Palazzo Ducale a Palazzo D'Arco, da Villa Venier di Volta Mantovana a Villa Maraini Gonzaga di Palidano. "Conoscere bene quello che si faè forse la cosa più importante. In questo settore non puoi essere approssimativo, la natura te la fa pagare sempre" afferma Massimiliano Bustaffa. Vivaio e serre si sviluppano su 15 mila metri quadrati: tutto qui viene fatto nel massimo rispetto dell'ambiente, a cominciare dall'uso dell'energia pulita prodotta da una caldaia a biomasse e alimentata con i residui delle potature. Ed è proprio l'innovazione uno dei punti di forza dell'azienda. Nella primavera di quest'anno sono state sperimentate e messe in produzione per il 2017 delle aiuole galleggianti e autoirriganti da posizionare in acqua in piccoli laghi e stagni.

© Riproduzione Riservata

Commenti