Lega del Filo d'oro

Da 50 anni opera per migliorare la qualità della vita delle persone sordocieche e delle loro famiglie

LEGA

Panorama, per il secondo anno, va alla scoperta del bello dell’Italia: 10 tappe da marzo a ottobre per raccontare le realtà vincenti del territorio, incontrare i lettori e dialogare con loro.  “Ci siamo messi in gioco ed è nato “Panorama d’Italia” – ha detto il direttore di Panorama, Giorgio Mulè - perché per ripartire bisogna tornare nei territori dove genio, creatività e intelligenza hanno le loro radici; perché è necessario stringere la mano a chi non si arrende….”

Da 50 anni la Lega del Filo d'Oro opera per migliorare la qualità della vita delle persone sordocieche e delle loro famiglie e da 50 anni non si arrende di fronte alle tante difficoltà che incontra. La Lega del Filo d'Oro, una realtà unica nel Paese per il servizio altamente qualificato che fornisce, è charity partner del Tour 2015,

“Un filo prezioso che unisce il sordocieco con il mondo esterno” è il concetto che ha ispirato il nome e l’attività dell’Associazione, che fondata nel 1964, è presente oggi in sette regioni ed ha la propria sede nazionale nelle Marche, ad Osimo (AN). Per ogni ospite, bambini, giovani e adulti, viene elaborata una terapia riabilitativa personalizzata e sistemi adeguati di comunicazione, per permettere loro di stabilire relazioni col mondo e recuperare, quanto più possibile, una dimensione fatta di dignità e autonomia.

L’aumento costante di richieste di accoglienza e assistenza specialistica ha spinto l’Associazione a portare sul territorio nazionale l’esperienza maturata ad Osimo e negli ultimi dieci anni l’Associazione ha vissuto un importante sviluppo che non si vuole arrestare.

“Stiamo per aprire una nuova sede territoriale a Padova – afferma Rossano Bartoli, Segretario Generale della Lega del Filo d’Oro – e siamo impegnati nel progetto per la costruzione del nuovo Centro Nazionale ad Osimo. I lavori sono iniziati e stanno avanzando a buon ritmo, per riuscire quanto prima a rispondere a sempre maggiori richieste di aiuto.  Ma le attività svolte dall’Associazione vengono finanziate solo parzialmente da fondi pubblici e solo grazie alle risorse da privati e da aziende, che rappresentano circa il 65% delle entrate, è possibile garantire agli utenti una completa assistenza, ampliare e potenziare i servizi offerti e dare risposte ai bisogni di un numero sempre maggiore di persone”.

Il progetto, una volta concluso, consentirà maggiori servizi per la diagnosi precoce e l’incremento dei posti disponibili presso il Centro di Riabilitazione, con la conseguente riduzione delle lunghe liste di attesa. Sono molti gli sponsor tecnici che hanno risposto all’appello e la gara di solidarietà è sempre aperta perché l’investimento è notevole e in questo periodo di congiuntura lo Stato continua a tagliare le risorse per i più deboli.

La partecipazione come charity partner al Tour Panorama d’Italia consentirà alla Lega del Filo d’Oro  di richiamare attenzione sulla realtà delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali  e di sensibilizzare soprattutto coloro che, parti sociali ed imprenditoriali, sono più attenti alla qualità ed impegnati  a far ripartire l'Italia, creando un paese migliore dove anche la solidarietà nei confronti di chi è meno fortunato e di chi lavora per loro diventa motore di sviluppo e di crescita.

La Lega del Filo d'Oro è oggi punto di riferimento per l’assistenza, la riabilitazione e il reinserimento, nella famiglia e nella società, delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali. Con oltre 500 dipendenti, quasi 700 volontari, 400 mila sostenitori attivi, è presente in Italia con 5 Centri Residenziali, a Osimo (AN) – Sede nazionale dell’Ente - Lesmo (MB), Modena, Molfetta (BA), Termini Imerese (PA) e 2 Sedi Territoriali a Roma e Napoli.

Info: www.legadelfilodoro.it – Numero verde 800904450.  

© Riproduzione Riservata

Commenti