"Torneremo in Sicilia, torneremo in questa splendida isola meravigliosa che deve chiedere il suo riscatto per ripartire a prescindere da quello che la classe politica non sa fare". Così il direttore di Panorama Giorgio Mulè ha ringraziato la città di Palermo che ha ospitato la decima e ultima tappa dell'edizione 2015 di Panorama d'Italia.

Oltre 10 mila le presenze ai 4 giorni di eventi che hanno riempito la città dal 18 al 21 Novembre con un'affluenza straordinaria e un'accoglienza entusiasmante.

- QUI TUTTI GLI EVENTI DI PALERMO

Dal taglio del nastro in Piazza Giuseppe Verdi, fino all'ultimo appuntamento - l'intervista a Valeria Marini con il direttore di Chi Alfonso Signorini - la città non è mai mancata e il pubblico ha seguito interessato tutti gli eventi.

Di grande attualità e prestigio l'incontro con il Ministro della Difesa Roberta Pinotti che ha chiarito la posizione del Governo italiano (unita) nell'emergenza terrorismo che stiamo vivendo in questi giorni, interessante il dibattito con Bruno Vespa che ha presentato anche il suo libro "Donne d'Italia" in cui racconta le vite delle donne che hanno contato (e contano tutt'ora) nella storia più recente.

Molto forte la richiesta di aiuto delle eccellenze d'impresa siciliane, capitani coraggiosi che in un tessuto economico difficile e politico devastato, tentano comunque di restare e in piedi e ci riescono.

- LEGGI ANCHE: Le aziende siciliane tra opportunità e difficoltà

Belle le idee d'impresa che abbiamo conosciuto delle 4 start-up di giovani che, nonostante tutto, stanno coltivando e facendo crescere la loro voglia di fare business.

È stato nostro ospite anche Giovanni Pitruzzella, presidente dell'Antintrust che ha illustrato le sfide future per le infrastrutture italiane a partire dalla banda ultralarga dell'Enel.

Grandissimo spazio è stato dato alla cultura: dall'incontro d'autore con Simonetta Agnello Hornby, alla lectio magistralis di Vittorio Sgarbi che ha portato il pubblico alla scoperta dei segreti di Palermo, allo spettacolo teatrale "Buttanissima Sicilia" tratto da un libro di Pietrangelo Buttafuoco, alla cucina dello Chef Filippo La Mantia.

Un appuntamento d'eccezione, in collaborazione con il mensile Focus, ha visto intorno al tavolo, gli astronauti Guidoni e Parmitano (in collegamento skype), esponenti dell'agenzia spaziale italiana e europea.

Migliaia di giovani e giovanissimi sono corsi ad ascoltare i loro beniamini: Lorenzo Fragola e Niccolò Agliardi con i ragazzi del cast di Braccialetti Rossi tra applausi, selfie e canzoni cantate a squarciagola.

Proprio ai giovani si è rivolto anche Danilo Iervolino, presidente dell'Università Telematica Pegaso che, in un incontro ad hoc, ha illustrato la sua rivoluzione cominciata dall'online e ha invitato tutti a cercare il cambiamento.

Con il talk show con Valeria Marini si è infine conclusa la decima e ultima tappa del tour.

Scaldiamo i motori per il 2016, quando verremmo a scoprire, per il terzo anno consecutivo, il "meglio visto da vicino" in altre 10 città italiane.

© Riproduzione Riservata

Commenti