Matera prima

Le eccellenze della città lucana che hanno la solidità dei Sassi e la flessibilità dei progetti hi-tech

04-00009030016701

Matera – Credits: Olycom

Sergio Luciano

-

Più che un regalo della sorte, un riconoscimento all’impegno: quell’incremento del 4 per cento dell’occupazione registrato in Basilicata nel primo trimestre del 2015 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso "ci fa guardare al futuro con maggiore ottimismo" dice Marcello Pittella, il presidente della Regione. "Nel primo anno della mia presidenza gli occupati in Basilicata sono aumentati di 7 mila unità. Un’altra Fiat, o quasi, in valore assoluto. Le persone in cerca di lavoro sono scese da 35 mila a 32 mila, il tasso di disoccupazione è calato quasi di 2 punti, dal 16,8 al 14,9 per cento".

Pittella non suona la fanfara, ma ci mette passione. Una passione che ha prodotto i provvedimenti anti-crisi dell’anno scorso, a sostegno della occupazione e del sistema produttivo. E poi c’è la prospettiva trainante del 2019: "Con Matera capitale della cultura, Melfi leader europea nell’automotive e Potenza impegnata a sviluppare i servizi avanzati propri di un capoluogo di Regione" sintetizza "ci sono tutti i presupposti per costruire il bene dei lucani". L’effetto di Matera 2019 può essere esponenziale. Un successo costruito nel tempo. Un finanziamento di 25 milioni di euro dalla Regione, cui si sono aggiunti i 5 milioni deliberati dal Comune di Matera e altri 20 milioni che giungeranno dallo Stato. Parola d’ordine: "Open future", futuro aperto.

Per superare l’ossessione del presente e riscoprire la capacià di progettare. Con almeno 8 mila operatori e artisti provenienti da tutta Europa. Cento programmi di residenze europee e di mobilità, 40 tra raduni, incontri internazionali e summer school delle comunità e delle reti di cambiamento europeo; e poi tirocinii in Europa, di scambio e di lavoro, per almeno 100 operatori culturali della Basilicata. Finalizzando tutto ciò al consolidamento del business turistico: attestandosi dopo il 2019 su 600 mila arrivi annui di cui metà stranieri e un aumento di un terzo della permanenza media

© Riproduzione Riservata

Commenti