Aziende napoletane: Bluesquare
Alberto Bevilacqua
Aziende napoletane: Bluesquare
Panorama d’Italia 2015

Aziende napoletane: Bluesquare

L'azienda produce bottoni intelligenti in silicone che potranno contenere auricolari e microfoni. E un localizzatore gps

Visto dalle persone comuni, un bottone è un utile accessorio. Osservato da una psicoanalista junghiana con un passato da manager, docente e traduttrice, diventa invece «un centimetro quadrato di libertà potenziale», che parte dall’archiviazione di ago e filo. La genesi di Maganza, il marchio di abbigliamento che tra due mesi lancerà polo maschili con bottoni trasformabili (sono disposti su striscette di silicone, colorate e sostituibili, alloggiate sotto le asole) per poi intraprendere, con i bottoni intelligenti, l’avventura del «wearable device» parte da qui.

Dall’intuizione un po’ visionaria di Monica Gemelli, 51 anni, donna dalle molte vite e professioni (tra cui quella di psicoanalista) che nel 2011 ha dato vita, con quattro soci, alla start-up Bluesquare. "Abbiamo pensato a una sorta di giocattolo al maschile" dice Gemelli, che continua comunque a fare la psicoanalista: "Una polo di gamma medioalta con un alloggio interno per i tre bottoni in silicone". La polo di Maganza sarà venduta, esclusivamente in e-commerce, a 111 euro in una confezione regalo di lusso con sei strisce e relativi bottoni di colori diversi. Alla prima serie, battezzata Molopolo, ne seguiranno altre, "anche per bambini, con bottoni fantasy". Il salto verso il mondo dei bottoni intelligenti è previsto invece per l’anno prossimo: "Sono perfetti per contenere sensori oppure componenti elettronici" sostiene Gemelli. Si comincerà con bottoni in versione localizzatori con gps, auricolari e microfoni, e abbinati anche a microcamera per i selfie.

---------------

QUI IL PROGRAMMA DI PANORAMA D'ITALIA A NAPOLI

I più letti