"La più forte agenzia di concerti tedesca ci ha chiamato per suonare in Germania, non per un'esibizione sporadica, ma per iniziare un percorso. Con tutto il rispetto, non è la classica situazione in cui vai a suonare per gli italiani all'estero, è molto di più" racconta Stash il frontoman dei The Kolors al Teatro San Babila di Milano nel giorno d'uscita del video di Don't Understand, uno dei brani tratti dall'ultimo album, You

La gavetta

Davanti a lui un platea sold out di fan stregati dal sound e dalla personalità del gruppo. I The Kolors sono una vera live band, hanno gusto intensità e tecnica. E soprattutto hanno esperienza di palco. Nel loro curriculum ci sono oltre cinquecento concerti in due anni alle Scimmie, storico club milanese di cui sono stati la resident band. "Quella è stata la nostra palestra di suono" racconta. "Dopo così tante esibizioni ci si capisce al volo sul palco, basta uno sguardo, un cenno d'intesa. Certo, a volte non è facile suonare davanti a due persone che sono lì per pomiciare il martedì sera di un mese d'inverno. Ma è servito, anzi è stato fondamentale".

In Studio con gli Oasis

Il racconto di Stash continua: "Avevo scritto una canzone, Dream alone, con un sound che era esplicitamente ispirato alla band di Liam e Noel Gallagher. Per questo ho deciso di farla ascoltare a chi di quel gruppo aveva fatto parte. Mi serviva un parere schietto e  competente, non volevo che quel pezzo sembrasse soltanto un’imitazione. Tramite una persona del mio staff, l’ho mandato via mail ad Andy Bell che, dopo pochissimo, mi ha risposto così: "Il pezzo è davvero forte, mi piace e vorrei collaborare al testo. Non solo: per le chitarre acustiche potrei coinvolgere anche il mio collega Gem Archer".

E poi: "Di sicuro, non volevo offenderli proponendogli un cachet per la performance in studio. Così, gli ho proposto di partecipare ai diritti d’autore del pezzo. La loro risposta è stata una pacca sulla spalla: "Non ci pensare nemmeno, siamo venuti qui perché ci piaceva la canzone". I grandi artisti sono fatti così.". 

La performance a Panorama d'Italia

Infine durante la serata i The Kolors hanno acceso i loro sostenitori e regalato buone vibrazioni sul palco del San Babila. Lo hanno fatto con una performance di grande impatto, riarrangiando in chiave semi acustica tre delle loro canzoni più belle: What Happened Last Night, Everytime e Why Don’t You Love Me?

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti