Firenze

A spasso per Firenze, tra le bellezze a cielo aperto e tesori segreti

Il walking tour alla scoperta del Rinascimento, dove la storia incrocia l'arte e la leggenda - VIDEO

tour-firenze

Luciano Lombardi

-

Nonostante la pioggia fitta e una temperatura non proprio di stagione, una cinquantina di persone si è data appuntamento in Piazza degli Strozzi per partecipale al walking tour guidato di Panorama d'Italia, tra le vie del centro storico di Firenze.

Percorrendo via Roma, il gruppo si dirige verso la prima tappa del giro, in quella Firenze "romana" che fu appunto fondata dai soldati dell'esercito in pensione che dopo aver viaggiato lungo l'Arno fondarono qui un castrum che rappresentò l'embrione della futura città.

Siamo in Piazza della Repubblica, una delle più importanti, perché sede del forum e del tribunale.

Camminando camminando arriviamo a Piazza San Giovanni, con l'omonimo Battistero universalmente riconosciuto come uno dei monumenti più importanti del romanico toscano, e - al suo fianco - il Duomo, con la facciata tricolore a rappresentare le virtù teologali e la cupola firmata da Filippo Brunelleschi.

Da qui si entra in Borgo San Lorenzo, dove troviamo l'omonima - fondamentale - Chiesa fondata da Sant'Ambrogio.

Realizzata anch'essa dal Brunelleschi, è la prima cattedrale costruita fuori dalle mura, famosa anche perché la sua sacrestia costituì il rifugio di Michelangelo durante il periodo dell'assedio alla città.

 

Il tesoro nascosto

In Via Cavour - già via Larga - altra arteria fondamentale perché dal centro conduce verso fuori, i palazzi storici da osservare e visitare non si contano.

Ma il gruppo guarda e passa, per raggiungere il vero grande obiettivo di questa esplorazione metropolitana, il momento clou del giro, una vera chicca, il "tesoro nascosto" che dà il senso all'evento che Panorama d'Italia organizza nelle città che visita.

Stiamo parlando del Chiostro dello Scalzo, meraviglia architettonica che, in 12 affreschi realizzati da Andrea del Sarto e dal Franciabigio, racconta la vita di San Giovanni Battista.

"In origine - ci spiega la nostra guida Federica Berti - era la via di accesso alla cappella della Compagnia dei Disciplinati di San Giovanni Battista, confraternita dedita alla preghiera e all'umiltà fondata nel 1376.

La finestra misteriosa

Rientrando verso il centro, nella piazza della Santissima Annunziata, il racconto si tinge di leggenda, quella de La finestra di Palazzo Budini-Gattai o Palazzo Grifoni.

Qui c'è una finestra che rimane sempre aperta, poiché - le volte che in passato venne chiusa - si scatenarono gli elementi e si avvistarono fantasmi, tra i quali, appunto, quello della giovane e bella sposa che si era trasferita nel palazzo insieme al suo amato verso la fine del Cinquecento e che trascorse tutta la vita ad attendere - invano - che questi tornasse dalla guerra.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Vittorio Sgarbi: "Vi racconto la bellezza incontenibile e senza fine di Firenze"

Il fascino salvifico e senza tempo del capoluogo toscano, nella lectio magistralis del critico, che parte da Santa Maria Novella e arriva agli Uffizi

Panorama d'Italia: l'inaugurazione a Firenze con Dario Nardella

Il sindaco ha tagliato il nastro della prima tappa del tour con un richiamo all'importanza per la cittadinanza di eventi inclusivi

Commenti