News

X-Children Project Gaza: beneficenza e tecnologia

Nasce una nuova moneta "virtuale" per aiutare i bambini di Gaza

image001

Più che una moneta, un’idea che nasce da un cuore turbato, angosciato, straziato e arrabbiato di fronte alle immagini dei bambini sofferenti tra le macerie e la devastazione di Gaza. Madri che piangono, abiti insanguinati, terrore negli occhi innocenti: attimi per fuggire dalla loro casa, correre e sopravvivere perché stanno cadendo le bombe e non c’è nessun rifugio. Le morti di queste giovani vite sono sempre di più... per quanto ancora dovremo assistere ad un tale massacro? Possono queste piccole creature essere vittime da condannare in un orribile scontro tra eserciti?

Vedendo ogni giorno la gioia e la serenità negli occhi dei nostri figli, sentendoli ridere, scherzare .... come possiamo non pensare che anche i bambini di Gaza abbiano diritto a vivere con innocenza e purezza la loro età invece di subire ogni giorno l’impatto terrificante della violenza, della paura della visione della morte.

Cosa fare per poter aiutare il più rapidamente possibile queste piccole creature? Inviamo loro aiuti, supporti umanitari, cibo , coperte, acqua medicinali, persone che stiano loro vicine e che li rassicurino; diamo loro una speranza, riscaldiamo i loro teneri cuori con un po’ d’amore.

Il team di Xlabstudio, impeganto nella ricerca di nuove tecnologie e sviluppo, decide pertanto di utilizzare le cryptovalute , o meglio la blockchain , per promuovere una raccolta fondi da devolvere alle principali associazioni umanitarie che sono già attive nel territorio di Gaza con particolare riferimento ai bambini (si decide di contattare SavetheChildren, Croce Rossa e Unicef).
Nasce nella mente di Xlab, X-Children Project Gaza (dove X sta ad indicare “per” i bambini ), una cryptocurrency Proof of concept, o meglio Proof of Heart cioè creata da tutti coloro il cui cuore si sente in dovere di aiutare e migliorare le condizioni di vita dei bambini di Gaza. Sfruttando la blockchain possiamo impiegare la tecnologia del mining non solo per scopi personali, ma anche per fare del bene e rendrer migliore il futuro di ogni “figlio”.

X-Children nasce dunque come crypto X11 POH, caratterizzata da due fasi: la prima prevede la produzione e l’accumulo della moneta e la seconda la realizzazione di un Airdrop con donazione agli enti umanitari sopracitati.

Viene creato un indirizzo CHILD dedicato esclusivamente per le donazioni che potrà essere monitorato pubblicamente da chiunque voglia farlo tramite blockexplorer. (A tale proposito c’è da far notare una delle caratteristiche della blockchain che può sia garantire condizioni di anonimato ma può anche, come in questo caso, conferire alle transazioni il 100% della trasparenza).

Tutti colori che vorranno minare e devolvere il 40% delle monete in donazione potranno farlo tramite il pool ufficiale x-children, altrimenti ciascuno potrà devolvere, a propria discrezione, quanto minato in solo o in altri pool.
L’indirizzo destinato alla Charity è unico.

Dal 18.09.2014 CHILD è quotata sulla borsa C-CEx: questo la rende disponibile anche per coloro i quali, non avendo possibilità di produrla con il mining, vogliono comunque partecipare alla Charity e donare un sorriso ai bambini di Gaza: è sufficiente acquistarla e inviarla successivamente all’indirizzo della donazione.

Al Blocco 4035 tutti i CHILD raccolti verranno convertiti in Euro e l’intera somma sarà consegnata da Xlab (nella persona di Billy Berlusconi, suo fondatore) alle organizzazioni umanitarie.
SavethechildrenIT ha appoggiato la richiesta di Xlab e ha dato il suo consenso a ricevere la donazione, ringraziando tutti colori che stanno partecipando all’iniziativa, come testimonia il tweet pervenuto dalla loro pagina ufficiale.

© Riproduzione Riservata

Commenti