News

Tel Aviv, accoltella i passeggeri di un bus

Un palestinese di 23 anni tenta una strage tra i pendolari, li ferisce gravemente poi scappa a piedi

Almeno sette pendolari sono stati accoltellati su un autobus a Tel Aviv da un palestinese di 23 anni che ha poi tentato la fuga, ma è stato ferito e arrestato. Lo ha reso noto la polizia. Degli accoltellati, tre sono in gravi condizioni. L'assalitore ha accoltellato diverse volte l'autista del mezzo che però ha reagito con uno spray urticante, costringendolo ad allontanarsi a piedi.



Il giovane armato con un coltello da cucina è stato poi intercettato in una strada vicina da quattro guardie carcerarie di passaggio che sono scese dall'auto e lo hanno inseguito. Una di loro gli ha sparato e ferendolo lievemente a una gamba e poi lo ha ammanettato e consegnato alla polizia. In totale sono state portati in ospedale 12 israeliani, alcuni solo in stato di choc. L'attacco è avvenuto nell'ora di punta del traffico mattutino mentre l'autobus numero 40 percorreva l'arteria di Menachim Begin, nel sud della capitale economica di Israele, vicino al ponte Maariv. L'aggressore palestinese, originario di Tulkarem ed entrato illegalmente dalla Cisgiordania, è stato portato in ospedale dove è stato curato e interrogato.

Hamas ha applaudito all'attacco: Izzat al-Rishaq, membro dell'ufficio politico di Hamas, lo ha definito "un atto eroico". Si è trattato del primo attentato a Tel Aviv, la più popolosa città di Israele, da metà novembre, quando un giovane soldato israeliano era stato accoltellato a morte da un palestinese. (AGI)

Ti potrebbe piacere anche