Stromboli: pompieri e Canadair al lavoro per ultimi focolai
Stromboli: pompieri e Canadair al lavoro per ultimi focolai
News

Stromboli: le foto dell'eruzione

Dopo la violenta esplosione di ieri, che ha causato la morte di un escursonista e il panico fra turisti e residenti, a Stromboli si sta lentamente tornnado alla normalità

Dopo l' esplosione vulcanica di ieri, che ha causato la morte del giovane escursionista siciliano Massimo Imbesi, alcuni feriti (fortunatamente non gravi) e tanta paura fra i turisti, Stromboli sta tornando lentamente alla normalità, nonostante tutta l'isola - soprattutto la frazione di Ginostra - sia coperta da uno spesso strato di detriti e lapilli e sia ancora molto alta la tensione fra i residenti

Vigili del fuoco, forestali e canader hanno lavorato (e continuano a lavorare) senza sosta per domare gli incendi seguiti all'eruzione, mentre la compagnia di navigazione Liberty Lines si è attivata con tre aliscafi straordinari per fronteggiare l'emergenza e e trasportate a Lipari e a Milazzo una settantina di persone, tra isolani e turisti

E in attesa di capire cosa succederà nelle prossime ore, permane il divieto assoluto di avvicinamento al vulcano


ANSA/Carmelo Imbesi
Ultimi focolai d'incendio sulle pendici del vulcano. Stromboli, Messina, 4 luglio 2019.
Ti potrebbe piacere anche

I più letti