Il farmaco equivalente del Viagra: costa meno ed è masticabile

Qualche mese dopo la scadenza del brevetto, arriva in farmacia il Sildenafil versione chewable

Thinkstockphoto

Redazione

-

Circa 3 milioni di italiani soffrono di disfunzione erettile: non riescono a raggiungere o mantenere l'erezione necessaria ad avere un rapporto sessuale soddisfacente. Il disturbo è poco frequente al di sotto dei 40 anni ma aumenta con l’età, fino ad interessare il 48 per cento dei settantenni. Le malattie dell’apparato cardiovascolare rappresentano, in tutte le statistiche, la prima causa di disfunzione erettile e a queste si sommano fattori fisici e psicologici, spesso concomitanti, ma anche cause come il fumo, il consumo cronico di alcol e droghe, l’ipercolesterolemia e l’obesità.

A giugno, alla scadenza del brevetto del Viagra, la Doc generici ha iniziato a produrre a prezzi molto più bassi il Sildenafil. E adesso l'azienda ha annunciato l'arrivo sul mercato di una pillola con una nuova formulazione masticabile, in confezioni da 4 e 8 compresse da 50 e 100 mg, che costerà il 60 per cento in meno rispetto al farmaco originatore.
“Questo nuovo farmaco” ha dichiarato Francesco Montorsi, Ordinario di Urologia all’Università Vita e Salute San Raffaele  “soddisfa i bisogni dei pazienti che soffrono di disfunzione erettile, sia per quanto riguarda la modalità di assunzione, che tiene conto della componente psicologica ancora presente in questo disturbo, sia per l’accessibilità che offre al paziente l’opportunità di trattamento ad un costo inferiore, con medesima qualità”.

© Riproduzione Riservata

Commenti