Scienza

La dieta perfetta secondo l'OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità

Ecco i consigli per una giusta alimentazione secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità

food-fashion-new-york

Redazione

-

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) ha preparato una lista di consigli per aiutare la gente a seguire “una dieta salutare e equilibrata” che possa “portare molti benefici nel 2019 e oltre”.
 
Si tratta di suggerimenti apparentemente semplici da seguire (soprattutto nessuna grossa novità), ma di sicura efficacia e capaci di influenzare la capacità del corpo umano di combattere infezioni e lo sviluppo di condizioni quali diabete o obesità: si va dalla riduzione di sale e zucchero a un’alimentazione differenziata.

Variare l'alimentazione

È importante scegliere una dieta fatta da diverse tipologie di alimenti che contengano tutte le sostanze nutritive necessarie. L’Oms suggerisce di alternare alimenti base come grano, mais, riso e patate, da abbinare a legumi, carne e pesce, oltre a frutta e verdure fresche. Meglio inoltre il cibo integrale per i pasti e senza sale, zucchero o grassi per gli snack.
 
Attenzione al sale

Proprio il sale è uno dei temi toccato dall’Oms: l’eccesso può infatti aumentare il rischio di malattie cardiovascolari e sono ancora molte le persone che consumano circa il doppio di quanto consigliato, ovvero un semplice cucchiaino da tè. Una cosa molto spesso inutile dato che molti alimenti sono spesso già abbondantemente salati e non necessitano di ulteriori aggiunte. Il nostro palato poi può essere indirizzato e quindi abituato ad una dieta iposodica
 
Bocciati i grassi ‘pericolosi’

L’Oms pone poi la sua attenzione sui grassi, soprattutto quelli definiti ‘trans’, i più pericolosi per l’organismo. Olio di semi di soia, di girasole o di mais sono da preferire a burro e strutto, mentre la cottura al vapore è meglio della frittura. Carni e pesci bianchi contengono meno grassi delle carni rosse, ma è importante più in generale evitare ogni tipo di cibo trattato.
 

Tenere sotto controllo lo zucchero

Oltre al sale bisogna tenere d'occhio anche lo zucchero, in modo particolare per i bambini: oltre all’obesità, può incrementare il rischio di altri problemi cronici. È dunque fondamentale tenere conto degli zuccheri già contenuti nei cibi o nelle bevande che si consumano, specialmente nelle bibite gassate o nei succhi di frutta.
 

Ridurre l'alcol

Bocciato anche l’alcol per cui secondo l’Oms “non esiste un livello sicuro di consumo”. Riconoscendo la presenza della sostanza in molte culture, tuttavia, il consiglio è di ridurne al minimo l’assunzione, oltre a evitarla totalmente in caso di gravidanza, allattamento, guida e utilizzo di macchinari, trattamenti antibiotici. “Ricorda: un minore consumo alcolico - scrive l’Oms - è sempre meglio per la salute e non bere è del tutto normale”. 

© Riproduzione Riservata

Commenti