Scienza

Astigmatismo: consigli per l'uso

Tutto quello che c'è da sapere su uno deidisturbi più comuni dell'occhio

Astigmatismo
Scienza

Astigmatismo: consigli per l'uso

Tutto quello che c'è da sapere su uno deidisturbi più comuni dell'occhio

513078245

Luca Sciortino

-

Un grande numero di studi effettuati in diverse nazioni del mondo rivela che circa il 30 per cento dei giovani tra i cinque e i 17 anni sono affetti da astigmatismo. Inoltre, la sua prevalenza cresce con l’età.

- Miopia: consigli per l'uso

Cos’è?
Come spiega Pierluigi Pagliari, ex-insegnante di ottica e contattologia, l’astigmatismo è “un difetto rifrattivo composto associato di solito a miopia e ipermetropia. La componente ottica dell’astigmatismo crea una distorsione dell’immagine”. Infatti, la cornea di un occhio normale è curvata come un pallone da calcio, cioè con lo stesso grado di sfericità in ogni suo punto. La cornea di un astigmatico, invece, somiglia più a un pallone di rugby, dove alcune zone sono più curvate di altre. Per il settanta per cento dei casi l’astigmatismo è dovuto a questa anomalia della cornea, caratterizzata da un’asse ben preciso. Nel resto dei casi l’astigmatismo è dovuto a difetti interni dell’occhio.

La diagnosi
“L’autorefrattrometro e lo schiascopio determinano la componente astigmatica e in particolare l’asse dell’astigmatismo” spiega Pagliari. “Parallelamente l’ottico misura anche il grado di miopia che è spesso associata all’astigmatismo. Nel montaggio degli occhiali bisogna rispettare la distanza interpupillare e considerare accuratamente l’inclinazione dell’astigmatismo”.

La cura
“Occhiali con una componente astigmatica e con una montatura base costano tra i 280 e i 300 euro e comprendono la correzione della miopia” dice Pagliari “Volendo quantificare: più basso è l’astigmatismo e più basso è il numero di diottrie. Un numero di diottrie pari a tre è da considerarsi un astigmatismo alto”. L’effetto degli occhiali anti-astigmatismo è quello di far sì che il paziente non veda sfocato lungo l’asse dell’astigmatismo. Sarà compito dell’ottico montare gli occhiali secondo l’asse per renderli efficaci.

L’uso del laser per correggere l’astigmatismo/miopia deve essere valutato da un medico oculista coscienzioso sulla base dell’età del paziente, la conformazione della cornea e la qualità della sua superficie. Se esistono le condizioni, il laser corregge la forma della cornea ablando alcune parti, cioè “scavando/modellando” in alcuni punti. Le lenti a contatto astigmatiche sono di due tipi: “usa e getta” e a lunga durata. Gli effetti sulla visione sono identici.  

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti