Salvini aggredito dai centri sociali a Bologna
Salvini aggredito dai centri sociali a Bologna
News

Salvini aggredito dai centri sociali a Bologna

L'auto del segretario della Lega Nord, in visita a un campo rom, è stata presa di mira da alcuni manifestanti. Le foto

L'automobile del segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, assalita da una decina di manifestanti a poche centinaia di metri dal campo nomadi di Bologna, ha il lunotto posteriore distrutto, oltre a diverse ammaccature sul parabrezza e sul tergicristallo.

La macchina è stata colpita con alcune cinghie dai manifestanti, alcuni dei quali sono saliti con i piedi sulla vettura. I manifestanti erano riusciti a raggiungere il luogo in cui Salvini aveva dato appuntamento alla stampa, urlandogli "assassino, assassino". Sul posto non erano presenti agenti della polizia.

Salvini si trovava in un parcheggio con i cronisti a qualche centinaio di metri dal campo nomadi dove, insieme al candidato regionale Alan Fabbri e alla consigliera comunale Lucia Borgonzoni, è stato raggiunto dai manifestanti. I tre della Lega Nord sono subito corsi in macchina e i manifestanti hanno raggiunto e colpito la vettura che è fuggita a forte velocità investendo alcuni manifestanti.


Salvini e gli antagonisti

Il segretario nazionale della Lega Nord Matteo Salvini durante la conferenza stampa dopo l'aggressione subita nel tentativo di effettuare un sopralluogo al campo nomadi di etnia Rom di Via Erbosa a Bologna, 8 Novembre 2014. ANSA / MICHELE NUCCI
Ti potrebbe piacere anche

I più letti