Rosina Ferrario, la prima donna pilota italiana

Cento anni fa otteneva il brevetto un'aviatrice che avrebbe cambiato il costume del nostro Paese

Paola Sacchi

-
 

Una festa della donna Top Gun a Volandia.  Per celebrare il «Maverick» (Tom Cruise del celebre film)  in gonnella che, cento anni fa,  nel 1913 per prima in Italia ottenne il brevetto di pilota (per la precisione: di aerei 203) a Vizzola Ticino (Varese) alla scuola delle officine aeronautiche del conte ingegnere Gianni Caproni.

Qui oggi sorge Volandia, parco e museo del volo, presieduto e fondato da Marco Reguzzoni, ex presidente della provincia di Varese, ex capogruppo del Carroccio alla Camera, leghista con il pallino della valorizzazione del territorio, delle sue storie e personaggi.   «Maverick» in gonnella è Rosina Ferrario, bella e borghese, ricca e sfrontata fino ad esigere di guidare, al pari dei maschi, automobili e aerei. Tra le sue imprese: la pioggia di garofani rossi fatta cadere sulla folla al meeting aviatorio di Napoli  e la partecipazione nel 1913 alla prima edizione del circuito dei Laghi italiani.

Rosina durante la guerra cercò di ottenere il permesso per fare la pilota-crocerossina di velivoli in difficoltà. Ma le fu negato il permesso di essere integrata nel corpo aeronautico. Eppure, celebre e spericolata da «Maverick» in gonnella, fu la sua esibizione per il centenario della nascita di Giuseppe Verdi, quando atterrò, immersa nella nebbia, nel campo di mais preparato vicino a Busseto. Rosina  ha lasciato molte eredi  nei cieli. Che il 9 marzo (con un giorno posticipato rispetto all’8 festa della donna) «atterrano» a Volandia per festeggiare il centenario del suo brevetto.

Ecco alcune delle top gun nazionali  «nel blu dipinto di rosa», invitate a Volandia dalla Fondazione museo dell’aeronautica in collaborazione con il dipartimento storia moderna e contemporanea dell’Università Cattolica di Milano: Fiorenza De Bernardi, prima pilota di linea in Italia e tra le prime cinque nel mondo; il capitano Maria Federica Maddalena, pilota di Eurofighter dell’aeronautica militare; il tenente di vascello Daniela Giordano, prima donna pilota della marina militare; Margherita Acquaderni, pilota di volo a vela che ha al suo attivo 28 record italiani femminili; il comandante Francesca Filippi, pilota della Miniliner, compagnia aerea trasporto merci.  L’incontro è aperto da Rosellina Piano, storica di costume e autrice del libro «Rosina Ferrario, Signorina Aviatrice». Si sposò solo dopo aver scorrazzato nei cieli.

© Riproduzione Riservata

Commenti