Politica

Vitalizi ai parlamentari: i reati per cui decadono

Oltre a tutti quelli per mafia e terrorismo e contro la Pubblica amministrazione compaiono anche i reati con condanne superiori ai 6 anni

montecitorio

Il palazzo di Montecitorio – Credits: GettyImage

Ecco alcuni dei reati, in presenza di un condanna definitiva superiore ai due anni, per i quali scatterà lo stop dei vitalizi per gli ex parlamentari in base alla delibera approvata dall'Ufficio di presidenza della Camera. Oltre a tutti quelli per mafia e terrorismo e oltre a tutti quelli contro la Pubblica Amministrazione, ad eccezione dell'abuso d'ufficio, rientrano anche quelli con condanne superiori ai 6 anni.

LEGGI ANCHE: La differenza tra vitalizio e pensione

LEGGI ANCHE: Così è stato abolito il vitalizio per i parlamentari condannati

LEGGI ANCHE: I numeri dei vitalizi ai parlamentari

Eccone alcuni tra i tanti:
1) Associazione a delinquere;
2) Contraffazione di marchi industriali;
3) Commercio di prodotti falsi;
4) Riduzione in schiavitu';
5) Tratta di persone;
6) Acquisto o alienazione di schiavi;
7) Sequestro di persona;
8) Associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti;
9) Associazione a delinquere per traffico di tabacchi;
10) Traffico di rifiuti;
11) Reati con finalita' di terrorismo;
12) Peculato;
13) Malversazione a privati;
14) Malversazione ai danni dello Stato;
15) Indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato;
16) Concussione;
17) Pene accessorie che determinino l'interdizione dai pubblici uffici;
18) Corruzione per esercizio della funzione;
19) Corruzione contro doveri d'ufficio;
20) Corruzione in atti giudiziari;
21) Induzione indebita a dare o promettere utilita';
22) Corruzione di persona incaricata di pubblico esercizio;
23) Istigazione alla corruzione;
24) Peculato e concussione per membri di organismi Ue e Stati esteri;
25) Utilizzo di invenzioni altrui;
26) rivelazione ed uso di segreti di ufficio
27) Frode fiscale.

© Riproduzione Riservata

Commenti