Riforme: Camera; in Aula ministro Boschi
Politica

Unioni civili: verso il voto di fiducia alla Camera

Stabilita la timeline della procedura che porterà al voto sul disegno di legge. Protesta delle opposizioni

Alla Camera, il governo ha posto la questione di fiducia sul disegno di legge sulle unioni civili già votato in Senato. Lo ha annunciato in aula il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi.

Oggi alle 14,10 partirà la procedura di "chiamata" nominale dei deputati. Lo ha stabilito la Conferenza dei capigruppo. Alle 12,30 inizieranno le dichiarazioni di voto mentre alle 10 scadrà il termine per la presentazione degli ordini del giorno. Dal numero di questi ultimi dipenderà il giorno in cui ci sarà il voto finale sul provvedimento.

Dopo l'annuncio, ha preso la parola Massimiliano Fedriga della Lega, che ha attaccato i deputati del Pd che avevano applaudito. "Siete servi della gleba - ha gridato - applaudite pur di essere ricandidati". "Le istituzioni devono tutelare le opposizioni".

"La presidenza deve tutelare le opposizioni", ha detto con voce alterata Maurizio Bianconi, dei Conservatori. "Questo provvedimento è di iniziativa parlamentare, riguarda i diritti civili e mettono lo stesso la fiducia". "Questo governo intende il Parlamento come uno zerbino", ha protestato Alfonso Bonafede di M5s. "Quello che è successo - ha detto Antonio Palmieri - è una cosa che va oltre tutto quello che abbiamo visto nella storia della Repubblica. Eravamo solo in quattro iscritti, per soli quaranta minuti. Ricordo che Renzi aveva lasciato ai suoi libertà di coscienza. Con la fiducia la libertà se le è presa, spero che al momento del voto ciascuno difenda la coscienza".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Unioni civili: le cose da sapere

I punti principali della legge che regola la convivenza delle coppie omosessuali e eterosessuali, approvata in via definitiva dalla Camera

Commenti