Politica

Trump e il suo stato di salute: tutti i dubbi

Stile di vita, junk food, età e interrogativi sulla sanità mentale del presidente americano che in America fanno molto discutere

donald trump

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump al Ronald Reagan Amphitheater, Washington Dc, 18 dicembre 2017 – Credits: Mark Wilson/Getty Images

C'è un tema che i detrattori del presidente americano Donald Trump stanno tentando di far rimbalzare il più possibile nella vita pubblica americana: il suo malmesso stato di salute.

Si fa avanti il convincimento che il suo livello di intelligenza non sia "sufficiente" per chi, come lui, deve prendere decisioni centrali di politica interna e, soprattutto, internazionale. Al di là delle importanti analisi di tipo psichiatrico e neurologico che alcuni membri del congresso (democratici, ma anche un repubblicano) hanno richiesto, non mancano elementi più evidenti per preoccuparsi della salute di Mr. President come sottolinea in un suo interessante articolo The Atlantic che fa un excursus dello stato di salute dei presidenti della storia americana (quasi la metà di loro ha sofferto di malattie importanti e un terzo dei primi 37 aveva una malattia mentale secondo il Los Angeles Times).

Trump, oltre ad essere il presidente più anziano mai eletto, è sovrappeso, mangia tanto (e tanto junk food) e non fa sport. Ma più della sua pancia è la sua mente a preoccupare gli osservatori. Il sito specializzato su temi di salute, STAT News, avrebbe chiesto a un gruppo di neurologi di analizzare alcuni ultimi discorsi del presidente dai quali sarebbero emersi concetti sconnessi tra loro, frasi e parole elementari e molto più semplici di quelle utilizzate negli anni '80 dallo stesso Trump, quasi a voler indicare un deficit cognitivo crescente (Alzheimer come accadde a Reagan?).

A poco servono i tentativi della Casa Bianca di tranquillizzare l'opinione pubblica. Il portavoce Sarah Sanders ha detto che Trump farà un check up completo all'inizio dell'anno e che i suoi documenti saranno poi resi pubblici.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti