I sondaggi per le nuove elezioni politiche

Secondo Swg, il M5S in leggera flessione, Lega al 24,4%, Forza Italia sotto il 10%, piccola ripresa per il Pd rispetto al 4 marzo. Ancora nessuna maggioranza assoluta in vista, tuttavia. Con questi dati stallo anche dopo le nuove elezioni

politica-economia difficolta

– Credits: iStock/erhui1979

Luigi Gavazzi

-

Il sondaggio di Swg pubblicato il 7 maggio rafforza quanto abbiamo visto ieri con la media fra i sondaggi di inzio maggio/fine aprile.
Per ora gli effetti dello stallo politico non intaccano le intenzioni di voto a favore del Movimento 5 Stelle e danno parecchio slancio a quelle per la Lega.
Crolla invece Forza Italia. Pd in leggera ripresa.

  • M5S: 32,3% (il 4 marzo ha preso il 32,7%)
  • Lega: 24,4 (17,4)
    Forza Italia: 9,4 (14)
    Fratelli d’Italia: 4,4 (4,4)

  • Partito democratico: 19 (18,7)
  • Liberi e uguali 3,0 (3,4)

---------------------

7 maggio 2018

La supermedia Youtrend del 3 maggio

Il fallimento di tutti i tentativi di costituire una maggioranza e un governo dopo le elezioni del 4 marzo rende la probabilità di nuove elezioni piuttosto alta.

Quindi ricominciamo a considerare i dati dei sondaggi e delle stime sull’andamento delle intenzioni di voto.

Intanto mettiamo un po’ di dati in casella: facciamo anche qui riferimento alla “Supermedia” di Youtrend, molto consultata durante la campagna elettorale per le elezioni del 4 marzo.

La media è compilata dagli esperti di Youtrend usando i sondaggi di diverse società di analisi.

I dati si riferiscono al 3 maggio 2018.

  • M5S: 33,6%, il 4 marzo era al 32,7%  otterrebbe dunque un + 0,9%
  • Lega: 21,4%, 17,4% +4%
    Forza Italia: 12,1%, 14%, -1,9%
    Fratelli d’Italia: 4,1%. 4,3% -0,2%
  • Pd: 17,8%, 18,7% -0,9%
  • Liberi e Uguali: 2,8%, 3,4% -0,6%

Al 3 maggio dunque il centrodestra avrebbe il 38,5% contro il 37,1% ottenuto il 4 marzo. Ricordiamolo: è un risultato ancora lontano dalla possibilità di ottenere la maggioranza assoluta in Parlamento, come spiegato in un dettagliato articolo di metà aprile sempre su Youtrend - Anche se la situazione è estremamente fluida.

Alcuni analisti dubitano che le prestazioni del M5S, dopo le oscillazioni di questi due mesi di “trattative” per il governo possano essere le stesse del 4 marzo.

Per ora i sondaggi tuttavia danno ancora ragione a Di Maio e ai suoi.

Il più recente di questi sondaggi singoli è di Piepoli, del 2 maggio
I risultai non sono lontani dalla media che abbiamo riportato prima:

  • M5S: 32% 
  • Lega: 21% 
    Fi: 13% 
    Fdi: 4% 
  • Pd: 18,5% 
  • Leu: 2,5%

Insomma, la situazione non cambierebbe in modo decisivo.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Commenti