Politica

Salvini: “Nuova Giustizia e giù le Tasse o è meglio farla finita”

Il Ministro dell’Interno, dopo il successo nei ballottaggi, traccia la linea operativa del Governo. Che resta in piedi a condizioni che “faccia”

elezioni europee

Dopo l’esito favorevole nei ballottaggi, dopo che gli ultimi sondaggi raccontano di una Lega ai massimi livelli di sempre (37,4%, secondo Swg per il TgLa7) La Verità ha intervistato Matteo Salvini. Al centro dell’intervista ovviamente non solo il commento ai risultati elettorali ma, soprattutto, il futuro del Governo Conte.

“La Lega vince anche nelle città storicamente comandate dalla sinistra perché i cittadini hanno bisogni di concretezza, di fatti. Ferrara era la roccaforte di Dario Franceschini, Cortona di Rosy Bindi. Il tempo delle chiacchiere è finito. Ed il segnale deve valere anche per noi. Dobbiamo rispondere con i fatti anche al Governo. Con il M5S dobbiamo abbassare le tasse, riformare i tribunali. Non reggo la palude. O si agisce, o si fa oppure ne dobbiamo trarre tutte le conseguenze”

Le urne dopo l’estate è fantapolitica o una possibilità?

“Il lavoro al governo non manca, la via è tracciata dal contratto (dove ci sono anche i minibot): Ci sono i cantieri da riaprire, grandi opere da realizzare, l’autonomia delle regioni. Lo ripeto: meno tasse e più lavoro, il resto fa da corollario. E gli altri paesi ci dimostrano come il taglio delle imposte produca inevitabilmente una crescita economica”


Leggi il resto dell’intervista a Matteo Salvini su La Verità

© Riproduzione Riservata

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965