Politica

Renzi: "Non prendiamo ordini dall'Europa. Il nostro mestiere è guidarla"

Il premier si rivolge alle istituzioni europee dichiarando la fine debito morale per le riforme mai realizzate che per anni l'Italia ha avuto con l'Europa

matteo-renzi

Redazione

-

"Le cose sono cambiate. Le riforme sono leggi e dopo tre anni di recessione è tornato il segno più nei fondamentali economici. Possiamo tornare a fare il nostro mestiere, dunque. E il nostro mestiere è guidare l'Europa, non andare in qualche palazzo di Bruxelles a prendere ordini": Lo scrive Matteo Renzi nella enews.

"L'Italia - dice ancora - per anni aveva un debito morale con le istituzioni europee, e io dico soprattutto con i propri concittadini, perché parlava di riforme che non riusciva a realizzare". (ANSA)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Così Renzi scompagina l'Europa

Il Ppe lo accusa di mettere a rischio la Ue. Calenda, un non diplomatico, rappresentante a Bruxelles. Il Financial Times: via Dublino, vittoria di Matteo

Perché il governo Renzi dice no a un asse franco-tedesco

Dallo sforamento dei parametri all'eventuale sospensione di Schengen: le ragioni del braccio di ferro tra Ue e Italia nel giorno del vertice Ue

Renzi-Merkel: a Berlino va in scena la fine dell'Europa

Il presidente del Consiglio tenta di spingere sulla flessibilità. Il cancelliere pensa solo al proprio elettorato. Il resto è solo disgregazione

Commenti