Quirinaleide/3 Nomini un governo che faccia queste 5 cose

Sfide ardue attendono il nuovo capo dello Stato. Dalla politica all’economia, quattro memorandum d'autore

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano – Credits: Daniele Scudieri/Imagoeconomica

Luca Ricolfi

-

Il nuovo presidente della Repubblica dovrà nominare un governo capace di affrontare in modo efficace e rapido la crisi economico-sociale che ha investito il Paese. Ma che cosa è fattibile, nei primi 1.000 giorni di un governo serio, anche bipartisan?

1. Permettere a imprenditori, artigiani, cooperative,esercizi commerciali, di assumere giovani senza pagare alcuna tassa o contributo, ossia esattamente al costo che sosterrebbero se li pagassero in nero.

2. Eliminare l’Imu sulla prima casa per tutti; i soldi si possono trovare, in 3 anni, riducendo i costi della politica (stipendi degli eletti e spese degli apparati), in una misura di circa 1 miliardo l’anno.

3. Azzerare l’Irap sul costo del lavoro; la copertura può venire da un inasprimento delle tasse sul gioco d’azzardo, che negli ultimi anni sono le sole a essere diminuite.

4. Pagare alle imprese i debiti della pubblica amministrazione. Questa misura non richiede di essere coperta, perché non aumenta l’indebitamento ma ne modifica solo la distribuzione nel tempo (quel che si paga oggi non dovrà più essere pagato domani).

5. Costituire un fondo per i proventi della lotta all’evasione e un fondo per i proventi della lotta agli sprechi della pubblica amministrazione, e usare tutte le risorse del primo per ridurre le aliquote e tutte le risorse del secondo per rinforzare lo stato sociale. Quest’ultimo punto è il più importante. Se, con una legge, si fissa il principio che per ridurre le aliquote si può e si deve attingere esclusivamente al fondo antievasione, mentre per rinforzare lo stato sociale si può e si deve attingere esclusivamente al fondo antisprechi, chi vuole abbassare le aliquote (la destra) avrà tutto l’interesse di combattere l’evasione, e chi vuole rinforzare lo stato sociale (la sinistra) avrà tutto l’interesse di combattere gli sprechi.

Luca Ricolfi è autore di «La sfida. Come destra e sinistra possono governare l’Italia», ebook edito dalla Feltrinelli, www.feltrinelli.it

© Riproduzione Riservata

Commenti