I programmi dei partiti punto per punto

Ecco le ricette per l'Italia di domani - Tutti i candidati - il 'Porcellum' - l'Infografica - Lo Speciale Elezioni 2013 -

Manifestazione sul lavoro (Credits: Ansa)

Claudia Daconto

-

Dalle misure per risollevare l'economia e rilanciare l'occupazione, a quelle per la salvaguardia dell'ambiente, dall'impegno comune per tagliare i costi della politica alle differenze in tema di diritti. Ecco cosa si impegnano a fare partiti e coalizioni che aspirano al governo del Paese. Qui di seguito, divise per macro aree, le misure qualificanti indicate nei programmi che potete consultare per intero cliccando sui singoli link.

PD E SEL

bersanievendola_emb8.jpg

Economia. Esenzione Imu fino a 400-500 euro. Riduzione del costo del lavoro. Promozione del merito. Difesa beni pubblici (acqua, energia, cultura, formazione). No alla privatizzazione. Lotta all’evasione fiscale. Legge sul conflitto d’interessi. Tra le proposte di Sel: introduzione della tassazione sulle transazioni finanziarie; rinegoziazione del Patto di Stabilità; imposta patrimoniale sugli attivi finanziari e riduzione delle tasse per i più deboli. Patrimoniale: no del Pd, sì di Sel. F35: sì del Pd, no di Sel.

Lavoro e Welfare. Incentivazione del contratto a tempo indeterminato; introduzione di un salario o compenso minimo; meno tasse sul lavoro delle donne con figli minori a carico; riforma del contratto di apprendistato; introduzione dello Statuto dei Lavoratori Autonomi e dei Professionisti; legge sulla rappresentanza dei lavoratori e lotta alle discriminazioni.

Sostegno alla diffusione degli asili nido. Diritto di voto per gli stranieri nati o residenti in Italia da anni.

Costi della politica. Emolumenti agli eletti non superiori alla media europea

Va ridotto il finanziamento pubblico ai partiti Razionalizzare e valorizzare gli enti locali, superando le duplicazioni e riqualificando la spesa.

Riforme istituzionali. Riforma della legge elettorale sul modello francese con introduzione del doppio turno. Rafforzamento ruolo governo e ruolo di garanzia per il presidente della Repubblica. Riforma del federalismo. Semplificazione della macchina amministrativa.

Giustizia, sicurezza e legalità. Piano straordinario di digitalizzazione della giustizia. Istituzione di presidi territoriali di giustizia al posto dei Tribunali sub provinciali soppressi. Riorganizzazione distretti giudiziari. Introduzione del “filtro dell’appello” quando, nei processi civili,è molto probabile che non sia accolto. Rivisitazione dell’ istituto della prescrizione nel processo penale.

Adottare il codice etico della Commissione Antimafia per tutte le candidature. Estensione del reato di “scambio elettorale politico-mafioso. Misure per mettere a reddito i beni sequestrati e confiscati. Interventi contro l’affollamento carcerario. Introduzione del reato di tortura.

Ambiente ed energia. Acqua bene non privatizzabile. Dare vita a una politica industriale integralmente ecologica.

Salute e diritti. Legge sulla cittadinanza italiana per i figli di stranieri nati e cresciuti in Italia. Riconoscimento giuridico delle unioni omosessuali. Legge contro l'omofobia. Misure contro la violenza sulle donne. Misure per migliorare le condizioni dei detenuti. Piena applicazione della legge 194 sull'aborto. Rivisitazione della legge 40 sulla procreazione assistita. Promozione del principio di cautela e laicità in merito all'eutanasia.

Cultura e istruzione. Riqualificazione della spesa. Piano straordinario contro la dispersione scolastica. Misure operative per il diritto allo studio. Investimento sulla ricerca avanzata.

Europa. Impulso all'integrazione politica, economica e fiscale. Coordinamento politiche economiche e fiscali. Lotta alle derive nazionaliste, anti-europee e populiste.

PDL E LEGA

berlu_emb8.jpg


Economia. Cancellazione dell’Imu sulla prima casa e la restituzione dell’importo pagato nel 2012. Eliminazione dell’Irap e rapporto debito-Pil sotto quota 100% entro 5 anni attraverso la vendita di immobili pubblici, delle partecipazioni e la valorizzazione delle concessioni demaniali. Nessun aumento dell’Iva e nessuna patrimoniale. Condono tombale.

Lavoro e Welfare. Ritorno alla Legge Biagi. Sviluppo della contrattazione aziendale e territoriale. Detassazione per le assunzioni dei giovani e sostegno dell’apprendistato. Maggiore trasparenza per i sindacati. Risoluzione della questione esodati. Incoraggiare forme di pensione integrativa. Tetto alle pensioni d’oro. Introduzione quoziente familiare. Bonus bebè. Bonus per scuola e università. Piano asili nido. Detrazione totale dell'imponibile fiscale per istruzione dei figli. Sostegni straordinari  alle famiglie per assistenza disabili e anziani non autosufficienti. Stabilizzazione e raddoppio del 5 per mille. . Nuovo piano casa.

Costi della politica. Abolizione del finanziamento pubblico dei partiti (nessun fondo pubblico ai partiti). Dimezzamento di tutti i costi della politica e dei parlamentari e consiglieri regionali. Riduzione dei costi della macchina statale di 80 miliardi in 5 anni. Abolizione degli enti inutili.

Riforme istituzionali. Elezione diretta del Presidente della Repubblica. Rafforzamento dei poteri del governo. Riforma del bicameralismo. Introduzione del Senato federale. Abolizione delle province. Istituzione delle macroregioni. Mantenimento in ambito regionale del 75% del gettito fiscale. Semplificazione iter approvazione delle leggi. Superamento patto di stabilità interno.

Giustizia, sicurezza e legalità. Separazione delle carriere. Introduzione vera responsabilità civile dei magistrati. Norme più garantiste sulle intercettazioni e divieto di pubblicazione. Inappellabilità delle sentenze di assoluzione. Limitazione degli incarichi extragiudiziali dei magistrati. Limitazione della carcerazione preventiva. Più risorse alle forze dell’ordine. Informatizzazione della giustizia e processo telematico. Riduzione dei tempi della giustizia civile, penale e tributaria. Attuazione del giusto processo. Contrasto totale alla criminalità organizzata. Lotta all’immigrazione clandestina.

Ambiente ed energia. Diminuzione accise sull'energia. Finanziamenti messa in sicurezza edifici. Autosufficienza regionale nel ciclo dei rifiuti. Diffusione raccolta differenziata. Approvazione piano energetico nazionale per lo sviluppo delle rinnovabili. Piano di riassetto idrogeologico. Valorizzazione del sistema dei parchi e delle aree protette.

Salute e diritti. No al riconoscimento del matrimonio omosessuale. Revisione della legge sull’emergenza salute mentale.

Cultura e istruzione. Raddoppio detassazione utili reinvestiti in ricerca. Prestito d’onore - credito allo studio. Esenzione fiscale totale sulle borse di studio. Autonomia delle scuole nella scelta degli insegnanti e nella gestione dell’offerta scolastica e formativa. Valutazione di scuole, docenti e università. Avvio e sviluppo dell’agenda digitale nella scuola. Inizio del percorso educativo a 5 anni. Sviluppo e valorizzazione dell’inglese all'università. Assegnazione ai privati dei musei in difficoltà economiche. Separazione tra cultura e spettacolo nell’assegnazione di risorse pubbliche.

Europa. Superamento di una politica europea di sola austerità. Accelerazione delle quattro unioni: politica, economica, bancaria, fiscale. Trasformazione della Bce in una banca centrale come la Fed americana. Introduzione Euro-bond e project-bond. Esclusione delle spese di investimento dai limiti del patto di stabilità. Elezione diretta del Presidente della Commissione europea. Costituzione di una agenzia di rating europea.


montimario_emb8.jpg

Economia. Raddoppio dello sconto sulla prima casa. Riduzione e riqualificazione della spesa corrente esclusa quella per infrastrutture, ricerca e istruzione. Rispetto del pareggio di bilancio Valorizzazione attraverso dismissione del patrimonio pubblico, lotta all’evasione e al riciclaggio. Riduzione delle tasse sul reddito da lavoro femminile. Riduzione Irap e Irpef dai redditi più bassi. Riduzione graduale delle tasse.

Lavoro e Welfare. Piano straordinario per l'occupazione femminile e giovanile. Incentivi lavoro under 30 e all’assunzione di over 55 senza lavoro ma ancora non in pensione. Promozione modello di flessibilità e sicurezza simile ai paesi scandinavi.

Completare la riforma del lavoro e superamento del dualismo tra lavoratori dipendenti protetti e non protetti. Semplificazione normativa e amministrativa in materia di lavoro. Difesa della riforma Fornero delle pensioni. Incentivi alla previdenza complementare.

Incentivi fiscali per la natalità. Ampliamento dei congedi parentali. Sostegno alla diffusione degli asili nido.

Costi della politica. Riduzione dei contributi pubblici a partiti. Trasparenza dei bilanci, tetto ai finanziamenti privati e loro tracciabilità. Dichiarazione dei propri interessi economici e patrimoniali all’inizio e alla fine del proprio incarico da parte di chi riveste cariche pubbliche. Divieto di cumulo tra indennità parlamentare e altre retribuzioni.

Riforme istituzionali. Riforma della legge elettorale. Promozione nuovo federalismo sulla base di principi di responsabilità e solidarietà.

Giustizia, sicurezza e legalità. Completamento della riforma della giustizia civile. Introduzione disciplina del falso in bilancio. Rafforzamento della normativa sull’anticorruzione, antiriciclaggio e autoriciclaggio. Riduzione dei termini di prescrizione. Nuova disciplina sulle intercettazioni. Rafforzamento della legge sull’incandidabilità. Lotta alla mafia. Più sequestri e miglior uso dei geni confiscati.

Ambiente ed energia. Certificazione prodotti realizzati con materiali riciclati. Affidamento allo Stato delle decisioni in materia di infrastrutture energetiche. Norme severe contro reati ambientali. Contenimento emissioni nocive. Riduzione e differenziazione rifiuti.

Salute e diritti. Difesa del matrimonio tra uomo e donna. Potenziamento assistenza domiciliare per persone non autosufficienti. Attuazione riforma dell'Isee. Riorganizzazione del sistema sanitario. Valorizzazione del volontariato.

Cultura e istruzione. Rafforzamento test Invalsi e Indire. Servizio di orientamento scolastico e professionale. Incentivi ai dirigenti scolastici sulla base del merito. Riduzione tasso abbandono scolastico. Investimenti nell'edilizia scolastica. Collegamento scuole e imprese.

Europa. Conferma degli impegni sulla disciplina delle finanze pubbliche. Europa più comunitaria. Maggiore solidarietà finanziaria. Rifiuto populismo, xenofobia, antisemitismo e  discriminazioni.

RIVOLUZIONE CIVILE

ingroia_demagistris_emb8.jpg


Economia. Introduzione della patrimoniale sulle grandi ricchezze. Abolizione dell’Imu sulla prima casa. Estensione dell’Imu agli istituti commerciali della chiesa e delle fondazioni bancarie. No al Fiscal Compact. Riduzione del debito pubblico attraverso l’abbattimento dell’alto tasso degli interessi pagati. Accanto al Pil deve nascere un indicatore che misuri il benessere sociale e ambientale. Lotta all’evasione fiscale; alleggerimento della pressione per i redditi medio-bassi e detassazione delle tredicesime. Legge sul conflitto d’interessi.

Lavoro e Welfare. Abrogazione della riforma Foriero. Difesa dei contratti collettivi nazionali. Ripristino dell’articolo 18. Lotta al precariato. Soluzione del problema degli esodati. Tetto alle pensioni d’oro. Difesa della salute sui luoghi di lavoro. Reddito minimo per i disoccupati. Difesa diritto alla casa.

Costi della politica. Cancellazione della diaria dei parlamentari. Introduzione per legge del limite di due mandati per parlamentari e consiglieri regionali. Tetto ai compensi dei consiglieri regionali. Eliminazione dei privilegi della politica.

Riforme istituzionali. Non indicato.

Giustizia, sicurezza e legalità. Incandidabilità dei condannati e di chi è rinviato a giudizio per reati gravi, finanziari e contro la pubblica amministrazione. Contrasto totale alla criminalità organizzata e alla corruzione. Ripristino del falso in bilancio. Inserimento dei reati contro l’ambiente nel codice penale.

Ambiente ed energia. Stop al consumo di suolo. No alla Tav in Val di Susa e al Ponte sullo Stretto di Messina. Tutela del paesaggio, biodiversità e diritti degli animali. Creazione di posti di lavoro attraverso un piano per il risparmio energetico. Sviluppo delle energie rinnovabili. Messa in sicurezza del territorio. Valorizzazione della green economy. No alla privatizzazione dei beni comuni, a partire dall’acqua. Valorizzazione agricoltura non ogm. Piano per la mobilità sostenibile.

Salute e diritti. Rafforzamento del sistema sanitario pubblico. Approvazione piano per la non-autosufficienza. Riconoscimento delle coppie di fatto a prescindere dal genere. Cittadinanza a tutti i nati in Italia. Promozione accoglienza immigrati. Lotta al femminicidio.

Cultura e istruzione. Pari opportunità di accesso ai saperi. Ritiro della riforma Gelmini e del blocco degli organici imposto dalle ultime leggi finanziarie. Ritiro di qualsiasi progetto di privatizzazione del sistema di istruzione. Stabilizzazione del personale precario. Valorizzazione del patrimonio culturale, storico e artistico. Riforma dell’informazione e del sistema radiotelevisivo. Fuoroi i partiti dalla Rai. Libero accesso a Internet, gratuito per le giovani generazioni e la banda larga diffusa in tutto il Paese.

Europa. Europa autonoma dai poteri finanziari. Riforma democratica delle istituzioni europee. Azione di pace e disarmo. Ritiro delle truppe italiane impegnate in missioni di guerra. Stop all'acquisto degli F35 e altri armamenti.

MOVIMENTO 5 STELLE

GRILLO_emb8.jpg


Economia. Abolizione dell'Imu sulla prima casa. Riduzione del debito pubblico con forti interventi sui costi dello Stato e taglio agli sprechi. Introduzione class action. Abolizione delle scatole cinesi in Borsa, delle cariche multiple nei Cda, delle stock optino e dei monopoli. Per le aziende quotate in Borsa o con partecipazione statale, introduzione tetto per gli stipendi dei manager e divieto di nomina dei condannati. Allineamento delle tariffe di energia, connettività, telefonia, elettricità, trasporti agli altri Paesi europei.

Lavoro e Welfare. Abolizione della legge Biagi. Maggiore utilizzo del telelavoro.Sussidio di disoccupazione.

Costi della politica. Introduzione del “politometro” per misurare la ricchezza dei politici e degli alti funzionari pubblici. Eliminazione dei privilegi dei parlamentari e stipendio allineato alla media degli stipendi nazionali. Accorpamento dei comuni sotto i 5mila abitanti. Abolizione delle province, dei rimborsi elettorali, del quorum nei referendum, delle Autorità.

Riforme istituzionali. Tetto di due mandati per i politici. Esame di ‘Costituzione’ per gli eletti. Divieto di esercitare altre professioni durante il mandato e divieto di cumulo delle cariche. Obbligo di discussione e voto parlamentare per le leggi di iniziativa popolare. Partecipazione via web dei cittadini ai lavori del Parlamento.

Giustizia, sicurezza e legalità. Ineleggibilità per i condannati.

Ambiente ed energia. Applicazione immediata della normativa sulla certificazione energetica degli edifici. Taglio del 10% in 5 anni dei consumi energetici degli edifici pubblici con sanzioni per chi è inadempiente. Legalizzazione e incentivazione dei biocombustibili e biogas. No al Ponte sullo Stretto di Messina e alla Tav in Val di Susa. Disincentivare il trasporto privato e incentivare mezzi pubblici e biciclette.

Salute e diritti. Cure essenziali gratuite. Ticket proporzionale al reddito. Liste d'attesa pubbliche e on line. Investimenti per i consultori. Reintroduzione dei Cda nelle Asl e ospedali. 8 per mille alla ricerca. Taglio spese per la ricerca militare. Sostegno finanziario per cure all'estero in assenza di strutture nazionali. Introduzione cure con oppiacei. Introduzione del reato di strage per gli amministratori pubblici per danni legati agli inceneritori. Favorire mobilità per i disabili.

Cultura e istruzione. Abolizione della legge Gelmini e dei finanziamenti alle scuole private e paritarie. Obbligo di internet nelle scuole. Abolizione libri stampati. Lingua inglese fin dall'asilo. Abolizione del valore legale dei titoli di studio. Valutazione dei docenti da parte degli studenti

Europa. Non indicato.

FARE PER FERMARE IL DECLINO

GIANNINO_emb8.jpg

Economia. Ridurre l'ammontare del debito pubblico; scendere rapidamente sotto la soglia simbolica del 100% del PIL anche attraverso alienazioni del patrimonio pubblico. Riduzione della spesa pubblica di almeno 6 punti percentuali del PIL e della pressione fiscale di almeno 5 punti nell'arco di 5 anni. Semplificazione del sistema tributario; lotta all'evasione fiscale. Legge sul conflitto d’interessi.

Lavoro e Welfare. Riduzione delle imposte sul reddito da lavoro e d'impresa. Riforma del sistema pensionistico. Sostegno al reddito per chi perde momentaneamente il lavoro. Introduzione sussidio di disoccupazione e e incentivi, sottoforma di formazione, per la ricerca di un nuovo posto di lavoro. Maggiore flessibilità. Nessuna discriminazione in base a sesso ed età. Meritocrazia.

Costi della politica. Riduzione spesa per la politica e enti amministrativi. Trasparenza e pubblica verificabilità dei redditi, patrimoni e interessi economici di tutti i funzionari pubblici e di tutte le cariche elettive.

Riforme istituzionali. Introduzione vero federalismo.

Giustizia, sicurezza e legalità. Riforma del codice di procedura e della carriera dei magistrati, con netta distinzione dei percorsi e avanzamento basato sulla performance. No agli avanzamenti di carriera dovuti alla sola anzianità. Misure per difendere l'indipendenza della magistratura sia inquirente che giudicante. Riorganizzazione dei tribunali. Certezza della pena. Miglioramento condizioni carcerarie.

Ambiente ed energia. Valorizzazione delle risorse ambientali. Abolizione della tassa sui rifiuti. Affidamento con gara trasparente e aperta della gestione del servizio idrico.

Salute e diritti. Non indicato.

Cultura e istruzione. Spendere meglio per scuola e università. Introduzione della concorrenza fra istituzioni scolastiche. Selezione meritocratica di docenti e studenti. Abolizione del valore legale del titolo di studio. Privatizzazione della Rai e abolizione canone e tetto pubblicitario.

Europa. Non indicato.

© Riproduzione Riservata

Commenti