Processo Stato-Mafia: la storia

Tutte le fasi del processo: dalle accuse all'assoluzione in appello degli ex ufficiali dell'Arma Mori e Obinu 

Mafia: collaboratori di giustizia, ma pentiti
- Cronaca

Stato-mafia: un papello leggendario

Manca il foglio originale con le richieste dei boss. Mancano i riscontri calligrafici. E sulla data esatta del papello i pentiti si contraddicono. Perde un altro pezzo l'ipotesi accusatoria della procura palermiatana

- Cronaca

Stato-mafia, corsa a due per sostituire Ingroia

Circa 500 mila fogli divisi in 27 faldoni, 12 imputati, una schiera di pm: comincia, con un’udienza superblindata, il processo alla trattativa. Sul cui destino, oltre che un clima sempre più avvelenato, pendono molti rebus.

- Cronaca

Stato-mafia: i pm hanno invaso il campo?

L’inchiesta sulla presunta trattativa fra pezzi delle istituzioni ed esponenti mafiosi sta avvelenando l’ultima parte della legislatura. All’indomani della morte del consigliere del Quirinale Loris D’Ambrosio, il pm Antonio Ingroia si è detto addirittura pronto a fermare le indagini di fronte a una ragion di stato. Ma nella democratica America si sarebbero comportati in maniera molto diversa.

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino
- Cronaca

Falcone e Borsellino, il ricordo del generale Mori

L'ex comandante del Ros dei Carabinieri, accusato dai pm di aver  trattato con la mafia, rompe il silenzio. E fornisce per la prima volta  uno straordinario ritratto dei due magistrati uccisi dalla mafia: " Falcone un siciliano hidalgo, Borsellino un siciliano arabo"