Politica

Primarie Pd: storia, dati, vincitori

Dal 2005 al 2019 i vincitori ed i votanti (in calo) alle varie Primarie del Pd

Dati-Primarie-Pd-foto-votanti

Domenica 3 marzo si sono svolte le primarie del Partito Democratico. Si tratta della settima volta che il partito di sinistra chiama a raccolta elettori e sostenitori dalla prima consultazione del 2004.

Dopo la fine dell'epoca di Matteo Renzi e le dimissioni del suo successore, Martina, i votanti dovranno scegliere il prossimo segretario del Pd tra tre candidati: Maurizio Martina, Roberto Giachetti e Nicola Zingaretti.

La storia delle primarie parte dal 2005 ad oggi

1578343


Le primarie del 2005

Il 16 ottobre 2005 il popolo del centrosinistra unito venne chiamato a scegliere il leader dell'intera coalizione per sciegliere il candidato alle elezioni politiche del 2006. Numerosi icandidati: Bertinotti, Di Pietro, Mastella, Pecoraro Scanio. A vincere fu però Romano Prodi.

Notevole il numero dei votanti: furono ben 4 milioni e 300 mila le persone che si presentarono ai gazebo (dove però non mancarono alcune piccole irregolarità).

Le Primarie del 2007

Il 14 ottobre 2007 ci furono le seconde primarie del Pd, le prime per scegliere il segretario del Partito Democratico. Tra i diversi candidati vinse Walter Veltroni che superò Enrico Letta e Rosy Bindi.

I votanti furono 3 milioni e 500 mila.

Le Primarie del 2009

La segreteria di Weltroni dura poco. La sconfitta alle regionali in Sardegna apre la crisi dentor il Partito Democratico che deve scegliere il nuovo segretario ed indice le primarie. Il 25 ottobre i simpatizzanti eleggono con il 55% dei voti Pierluigi Bersani che supera Dario Franceschini e Ignazio Marino.

I votanti furono 3 milioni e 100 mila. Un numero in calo ma pur sempre molto consistente.

Le Primarie del 2012

Dopo la caduta del Governo Berlusconi ed il via libera al Governo Monti (quello dei "tecnici") il centrosinistra deve scegliere il nuovo capo della coalizione candidato alle politiche che ci saranno dopo pochi mesi. 

Il 12 novembre del 2012 si svolgono le primerie denominate "Italia. Bene comune"

Al primo turno nessuno dei candidati (Bersani, Renzi, Vendola, Puppato, Tabacci) riesce a ottenere la maggioranza assoluta. Al ballottaggio vanno Pierluigi Bersani e Matteo Renzi. Vince il primo con il 60,9 per cento contro il 39,1 di Renzi.

A votare sono andate 3 milioni e 100 mila persone al primo turnoe 2 milioni e 800 mila al ballottaggio

Le Primarie del 2013

IL "pareggio" alle politiche porta all'ennesima crisi interna del Pd. Parte l'epoca del "rottamatore", Matteo Renzi, che supera Gianni Cuperlo e Pippo Civati con un plebiscito (64%, 18%, 14%).

I votanti furono 2 milioni e 831mila.

Le Primarie del 2017

Il Pd è nel pieno della crisi interna tra renziani e non renziani. Siamo nell'epoca delle inchieste sulle banche e delle polemiche che porteranno alla caduta del Governo Renzi sostituito da Gentiloni.

Si vota il 30 aprile per ctabilire chi sarà il nuovo segretario. Matteo Renzi vince ancora. I votanti sono 1 milione ed 830 mila

Le Primarie del 2019

Dopo le dimissioni di Renzi e la sconfitta alle politiche del 2018, il Pd chiama i suoi sostenitori ai gazebo per la scelta del nuovo segretario. Tre i candidati: Maurizio Martina, Roberto Giachettie Nicola Zingaretti che vince con più del 60% dei consensi.

I votanti sono un milione e 600 mila, con un calo  del 15% rispetto a due anni prima




© Riproduzione Riservata

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965