Parlamento, ciao! Francesco Pionati

Ma l'ex anchorman del Tg1 è candidato in Lazio nella coalizione che sostiene Storace. Lo speciale Elezioni di Panorama.it -

Francesco Pionati

Paola Sacchi

-

Ciao Parlamento, ma ci rivediamo in regione (Lazio). Tutti lo davano di ritorno in Rai, dove è stato vicedirettore del Tg1 e celebre notista politico, ma Francesco Pionati ha ora una nuova freccia nel suo arco per restare in politica. Leader di Alleanza di centro, collegata al Pdl, Pionati non è stato più ricandidato alla Camera. Ma ora Francesco Storace, candidato del centrodestra alla Pisana, lo ha richiamato in servizio.  Pionati è numero due  della lista civica per  Storace  presidente. La notizia la dà in anteprima Panorama.it.
Insomma, lei Pionati in Rai sembra proprio che non ci voglia tornare. La politica ormai ha preso il
sopravvento?
La politica mi appassiona da sempre, tanto più ora che un ciclo non si è ancora concluso, siamo ancora ai titoli di coda della Seconda Repubblica.
Ma lei ex democristiano, un moderato, con Storace che c’entra?
Io sono del centro-destra, con il trattino. Con Francesco ho un vecchio rapporto . Ne apprezzo la serietà e la coerenza e l’assenza di opportunismi.
Dispiaciuto di non essere stato più ricandidato alla Camera?
Io credo che Alleanza di centro si sarebbe meritata molto di più di altri. Per fare un esempio in Campania portammo voti importanti per l’elezione di Stefano Caldoro. E comunque, presto ci saranno le elezioni in Puglia, perché Vendola ha già annunciato che si dimetterà, una volta eletto a Roma. Ecco, il centrodestra ora i nostri voti se li dovrà guadagnare, non daremo più il sangue gratis.  La prossima legislatura sarà solo una breve pausa, anche perché visto che è la diciassettesima ed io sono scaramantico,  è scalognata…
Pensa di farcela nel Lazio?
Sono sereno, mi darà da fare e poi mi batterò su un terreno che non mi spaventa: le preferenze.
Ma lei è di Avellino…
Sì, ma vivo a Roma e nel Lazio dal 1983.
Se eletto, lei andrà in un luogo travolto dallo scandalo Fiorito…
Io sono l’anti-Fiorito. L’esatto opposto. Io per la politica ho rimesso un mare di soldi.
Non mi dica che ha i conti in rosso…
In profondo rosso, anzi «Profundo Carmenci» (titolo di uno dei suoi film preferiti ndr).

© Riproduzione Riservata

Commenti