Panorama: il rompi-Capo dello Stato

Sul numero in edicola dal 28 febbraio l'analisi post elezioni e un'esclusiva sulla spy story in Vaticano

Panorama-11-cover-post

La copertina del numero 11 di Panorama in edicola dal 28 febbraio

È il rompi-Capo dello Stato, e non soltanto un calembour. Panorama dedica la copertina del numero in edicola da giovedì 28 febbraio al difficile lavoro che aspetta Giorgio Napolitano dopo il risultato delle elezioni più pazze nella storia repubblicana. Che cosa farà il presidente della repubblica? A chi affiderà l’incarico? E con quali obiettivi politici? Riuscirà a risolvere il garbuglio istituzionale, visto che il 15 aprile iniziano le votazioni per eleggere il suo successore?

«Avevo il bisogno di essere riconosciuto e non possedevo titoli accademici». Così si confessa Oscar Giannino sul lettino di un psicoanalista d’eccezione: sempre su Panorama, Andrea Marcenaro intervista il leader di Fare per fermare il declino dopo una disastrosa campagna elettorale, schiantatasi sul master americano e sulle due lauree vantati, ma mai conseguiti.

Sono circa 30 mila, distribuiti in 17 sedi in tutta la Repubblica popolare. Sono i nuovi soldati della guerra elettronica, scatenata dall’esercito di Pechino contro multinazionali, istituzioni, università dell’Occidente. Panorama racconta gli hacker cinesi che hanno bloccato i siti internet del New York Times, violato i segreti di Google e della Coca-Cola, e hanno già provocato perdite economiche per 150 miliardi di dollari.

Yes, we Kenya. Potrebbe essere questo il suo motto, se decidesse di imitare nella sua campagna elettorale il più famoso fratello americano. È Malik Obama, figlio dello stesso padre di Barack, che ha deciso di candidarsi a governatore di una contea Kenyota. Panorama racconta la sua storia e descrive il suo programma. Perché è ambizioso. Quasi più di quello del presidente degli Stati Uniti.

Ambulatori per i più poveri, distribuzioni di farmaci e viveri, coperte per chi non si può più permettere il riscaldamento. Perfino madri che, in ospedale, non registrano i figli neonati pur di non pagare il conto. L’inviato di Panorama ad Atene ha scoperto che la crisi economica si è trasformata in dramma sociale. Con la classe media, la più colpita dai tagli, precipitata improvvisamente nell’indigenza. Mentre i partiti non riescono a trovare vie d’uscita politiche, è probabile un ritorno alle urne prima dell’estate. E intanto per i greci, perfino ammalarsi diventa un lusso.

Infine, quattro nuove fotografie confermano la presenza di Nichi Vendola allo stesso tavolo con Susanna De Felice, il giudice barese che nell’ottobre scorso ha assolto il governatore della Puglia. Contraddicendo chi aveva ipotizzato che l’immagine pubblicata da Panorama.it fosse il risultato di un fotomontaggio, le nuove foto ritraggono i due alla stessa festa dell’aprile 2006, con una lunga serie di magistrati e giudici baresi e pugliesi. A Panorama una misteriosa fonte ha proposto altre immagini, sostenendo che ritrarrebbero insieme Vendola e il suo giudice in occasioni conviviali, e che sarebbero state scattate in epoche ancora più recenti.

© Riproduzione Riservata

Commenti