"Giannino? Ma quale master se non ha nemmeno la laurea!"

Vittorio Feltri ci racconta il suo Oscar Giannino e spiega cosa c'è dietro questa storia del falso "master" - Lo speciale elezioni 2013 - tutti i look di Giannino, le foto - L'audio del Master di Chicago -

Il leader di "Fare per fermare il declino", Oscar Giannino (Credits: GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images)

Claudia Daconto

-

“Giannino? Un pazzo”.
Vittorio Feltri, uno che Oscar Giannino lo conosce da vicino, non è rimasto per niente sorpreso dalla storia del master fasullo svelata da Luigi Zingales e alla rinuncia alla candidatura da parte del leader di “Fare per fermare il futuro” ci crede poco.
“Prima o poi – spiega il direttore de Il Giornale – qualcuna delle sue sue numerose millanterie doveva essere smascherata. Nonostante ciò non si dimetterà mai. Lo ha detto solo per farsi riconfermare la fiducia da parte dei suoi”.

Direttore Feltri, quindi lei esclude che per opportunità, per levare il suo movimento dall'imbarazzo, per scongiurare che qualcuno “voti con il naso turato”, Giannino sia davvero pronto, a quattro giorni dalle elezioni, a fare un passo indietro?

"Lo escludo. Non credo né alle sue dimissioni né a una possibile sfiducia da parte della direzione nazionale di “Fare”.

Allora perché si sarebbe detto disponibile?

"Penso che cerchi una riconferma dal suo popolo, dalla sua gente".

E sarà accontentato?

"Penso di sì. Quel movimento è fondato intorno a Giannino e senza di lui, senza una leadership, non avrebbe più motivo di esistere".

Perché Luigi Zingales ha fatto scoppiare questa bomba proprio ora?

"Perché, anche se con qualche mese di ritardo, ha capito chi è davvero Giannino e ha preferito sfilarsi ora che in futuro, quando sarebbero arrivati problemi più grandi".

Addirittura?

"Certo! Giannino non è uno che unisce, ma uno che divide. Un grandissimo solista, eccellente nella sua professione, ma incapace di lavorare con gli altri. Deve comunque emergere sempre e solo lui, lavorarci è impossibile".

Quanto la sorprende che proprio lui, patito della meritocrazia, si sia fatto pizzicare proprio sul master “fasullo”?

"Molto poco. Giannino non ha nemmeno le due lauree che dice di avere. Non si è mai laureato".

Non sarebbe nemmeno il primo...

"Infatti. Anche Bossi si è inventato di essere laureato però quanto meno non ci ha costruito sopra una carriera".

Ma tra il giornalista esperto, originale e argutissimo, l'uomo che si inventa con successo un partito dal niente e il politico che manda in giro un curriculum falso, il vero Oscar Giannino chi è?

"Il vero Giannino è una via di mezzo tra Bossi e Di Pietro. Un illusionista, un millantatore, uno che si è inventato di aver cantato allo Zecchino d'Oro e quando gli hanno fatto notare che non figurava nell'albo dei partecipanti si è inventato di esserci andato con un nome falso; uno che racconta di aver fatto il paracadutista mentre non si è mai lanciato in vita sua".

Insomma, uno che ha talento anche nel dire bugie?

"Senz'altro! Per questo mi sta così simpatico. E' veramente un pazzo Oscar..."

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La nebbia sui titoli di Monti

Mentre Giannino è nella bufera per un falso 'master' qualcuno ci spiega quali siano i titoli di studio di Monti? - Lo Speciale elezioni 2013 -

Luigi Zingales scarica Oscar Giannino: ecco la lettera

Al centro dello scontro tra i due economisti del movimento Fare per Fermare il declino il mistero sul master di Giannino - l'audio di Giannino sul Master -

Zingales-Giannino? Un finale annunciato

Per Giorgio Stracquadanio la lite tra il leader di Fare e l'economista era attesa: "a fare i puri c’è sempre uno più puro che ti epura" - lo Speciale elezioni 2013 -

Commenti