Redazione

-

Momenti di tensione sul lungomare di Napoli tra le forze dell'ordine e un gruppo di manifestanti che sta partecipando al corteo di protesta contro l'arrivo in città del premier Matteo Renzi. Sono stati sparati lacrimogeni e anche alcune bombe carte. La gran parte del corteo si è divisa e allontata dal punto di scontro dove restano manifestani che lanciano pietre contro le forze dell'ordine, che hanno azionato gli idranti.

Striscioni e slogan contro il governo

E' partito, a Napoli, da piazza Dante, il corteo di protesta contro il premier Matteo Renzi, atteso nel pomeriggio in città per partecipare alla cabina di regia su Bagnoli.

Stanno partecipando alla manifestazione i comitati di cittadini di Bagnoli, collettivi studenteschi, centri sociali. Ad aprire il corteo uno striscione con la scritta: "Napoli sfiducia il Governo Renzi" e un grande pupazzo di Pinocchio che indossa una maglia con la scritta Pd.

I manifestanti intonano cori contro l'esecutivo e in tanti indossano maschere di pulcinella. Tra i cartelli: "Napoli città ribelle", "No al Governo delle lobby e degli speculatori", "Non c'è trippa per ratti, Renzi torna nelle fogne".

Da un palazzo laterale in piazza Dante, alcuni manifestanti hanno esposto uno striscione: "Renzi via da Napoli". (ANSA)

© Riproduzione Riservata

Commenti