Monti-Casini: alleanza in bilico

La probabile rottura tra Sc e Udc si gioca su 15 parlamentari

Mario Monti e Pier Ferdinando Casini (Credits: Alessandro Di Meo/Ansa)

Tra Mario Monti e Pier Ferdinando Casini l’addio è ormai cosa fatta. Ce l’hanno messa tutta per andare d’accordo, ma spinte e controspinte, sia da una parte sia dall’altra, hanno avuto la meglio. Ora la battaglia, tutta interna, si consumerà sui numeri e l’obiettivo dell’Udc pare sia quello di portare a casa almeno 15 parlamentari di Scelta civica

Il piano, che potrebbe realizzarsi presto, rischia di accelerare il disfacimento di un centro diviso da troppe correnti e rispettivi leader. Da una parte i montiani che convivono con gli uomini di Sc vicini all’ex ministro Andrea Riccardi, dall’altra la pattuglia di Italia futura; sullo sfondo, appunto, la «vecchia» Udc capitanata dall’attuale presidente della commissione Esteri al Senato. Il quale, un giorno sì e l’altro pure, viene tirato per la giacchetta dai suoi, sempre più insofferenti. Imputano a Casini di contare molto meno di quando il famoso Abc (Alfano-Bersani-Casini) sosteneva il governo dei tecnici. E non mandano ancora giù l’accordo elettorale con Monti, soprattutto dopo che gli ultimi sondaggi di Nando Pagnoncelli danno l’ex premier in caduta dal 10 al 5 e l’Udc in salita dall’1,8 al 2,5 per cento.

Insomma, naufragata l’ipotesi di una fusione di Scelta civica e Udc studiata da Lorenzo Cesa e Andrea Olivero con tesseramento comune e annesso congresso a dicembre, ora la deflagrazione è alle porte. Le divisioni, oltre a congelare la nomina del nuovo capogruppo alla Camera (dove Ferdinando Adornato e Luciano Cimmino sono fra i candidati a prendere il posto di Lorenzo Dellai), si riflettono anche sulla politica europea: Scelta civica, con Mario Mauro, vorrebbe transitare verso il Ppe, mentre la componente di Italia futura si sente più vicina ai Liberali europei.

 Così, il centro è diventato invivibile. Chissà se, dopo le schiarite, sarà in grado di tornare a essere l’ago della bilancia. E cioè di crescere.  

© Riproduzione Riservata

Commenti