Politica

Legge elettorale, si ricomincia: tocca al Rosatellum 2.0

Riprendono le discussioni, il Pd ha presentato un nuovo testo base: sbarramento al 3%, il 36% dei seggi con collegi uninominali, il 64% proporzionale

elezioni-democrazia

Luigi Gavazzi

-

Si riparte dal Rosatellum bis anche detto Rosatellum 2.0. Almeno così pare in queste ore. Ecco le cose da sapere per ricominciare il (necessario) tormento.

Premessa: la legge elettorale è importante

Sarà meglio che gli italiani si rassegnino: occuparsi della legge elettorale è necessario e importante.

Senza una legge elettorale adeguata si distorce il gioco democratico e succede che lo slancio molto pop e social del "Fateci votare" si concluda in una grande delusione, perché le regole con le quali si vota sono incapaci di esprimere una maggioranza. Insomma è una cosa seria. Ecco perché ricominciamo a occuparcene.

Rosatellum bis

L'ultima idea, dopo le molte considerate nei mesi scorsi - alcune le trovate in questo articolo: Come sarà la nuova legge elettorale; altre in questo: Legge elettorale: il sistema tedesco piace a tutti (o quasi) - viene definita Rosatellum bis o Rosatellum 2.0 perché è appunto una ulteriore variazione del Rosatellum, il sistema che prende il nome da Ettore Rosato, capogruppo del Partito Democratico alla Camera dei deputati.

Il 18 settembre lo stesso Rosato ha spiegato che il Pd sta lavorando a una nuova versione corretta della proposta, "un testo base che tenga conto dell'istanza di tutti i gruppi" che è stato poi presentato il 21 settembre. Anche se quel "tutti" si riferisce sostanzialmente al Pd, a Forza Italia, alla Lega e al M5S. Mdp ha già fatto sapere che la cosa a loro non piace per nulla.

In cosa consiste questo nuovo Rosatellum

Il Rosatellum bis prevede:

  • il 64% di seggi assegnati con un criterio proporzionale (quindi 399) e il 36% con collegi uninominali, cioè 231 su 630;
  • la parte proporzionale prevede piccole liste bloccate.
  • la soglia di sbarramento per la parte proporzionale è al 3% (era la 5% nel primo Rosatellum).

Favorevoli e contrari

Secondo i cronisti parlamentari, la proposta di Rosatellum bis piace alla Lega, non spaventa Alfano (la soglia è abbordabile). Si tratta di vedere se Forza Italia è d'accordo. Fino a oggi il partito di Berlusconi ha visto con scarso interesse i collegi uninominali, che danno peso alla Lega, anche se nel caso della nuova proposta i collegi sono "solo" 231. Prevista la contrarietà assoluta del Movimento 5 Stelle, che non vuole i collegi uninominali.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Michele Emiliano: "Nella legge elettorale serve il premio alla coalizione"

Il presidente della Regione Puglia ospite di Panorama d'Italia pensa sia indispensabile pena il crollo del Pd. E su Ilva e Tap dichiara battaglia - VIDEO

Legge elettorale, cosa succederà adesso

Berlusconi auspica un nuovo accordo, Lega e M5S il voto subito. E Renzi? Tra elezioni anticipate e decreto legge, ecco gli scenari possibili

La nuova legge elettorale è già (quasi) morta

Caos alla Camera e "giallo del tabellone" su un emendamento approvato contro il parere della maggioranza che appoggia la riforma. Scambi di accuse Pd e M5S

Legge Elettorale, Rosato (Pd): "La parola dei 5 Stelle non vale nulla"

Legge elettorale alla tedesca, perché Grillo frena

Ancora prima dell'incidente sull'emendamento Biancofiore, il Movimento 5 Stelle aveva molti dubbi sull'accordo con Pd, FI e Lega. Fiano: "La riforma è morta"

Legge elettorale alla tedesca: chi è contrario

Si allunga la lista delle voci contro. Da Napolitano a Prodi, da Bersani ad Alfano, ecco le loro critiche e le infauste previsioni

Come funziona la nuova legge elettorale "alla tedesca"

Quante schede e quanti voti? Come vengono assegnati i seggi? Capilista bloccati sì o no? Ecco le risposte, punto per punto

Legge elettorale ed elezioni anticipate: tutte le date

È sempre più concreta la possibilità di voto in autunno, se non prima. Ecco le tappe possibili (e le scadenze "pericolose" che si incrocerebbero)

Come sarà la nuova legge elettorale

Il 5 giugno il testo finale dovrebbe essere discusso alla Camera. Proposta l'ennesima riforma: il modello tedesco

Legge elettorale modello tedesco: ecco il piano di Renzi

L'accordo raggiunto tra democratici, Forza Italia e 5 Stelle trova l'approvazione della direzione Pd. Ecco cosa succede ora

Legge elettorale: il sistema tedesco piace a tutti (o quasi)

Il proporzionale alla tedesca trova ampie convergenze. Dopo il sì di Forza Italia, quello del M5S. Ecco i dettagli

Legge elettorale: tra il Rosatellum e il sistema alla tedesca

Pd al confronto con tutti i partiti e a un passo dall'accordo con Forza Italia. Con l'ipotesi di voto a ottobre. Ecco i movimenti politici in corso

Cos'è il Rosatellum, la legge elettorale proposta dal Pd

Sistema misto, al 50% maggioritario e al 50% proporzionale. Soglia di sbarramento al 5%, un'unica scheda e niente voto disgiunto

Legge elettorale: cosa succede dopo lo stop al Testo Base

Ritirato l'Italicum bis ora dovrà essere presentato un nuovo testo. Si allungano i tempi di approvazione. Emanuele Fiano è il nuovo relatore

Legge elettorale: la discussione al via

Legge elettorale, perché è possibile l'accordo tra M5S e Pd

La base di partenza: il Legalicum. Ecco i punti d'incontro tra le due forze politiche (e le ombre del passato recente)

La legge elettorale dopo la sentenza della Consulta

Le parole chiave per capire la legge elettorale

Maggioritario, uninominale, collegio: un dizionario per capire i sistemi di voto

Legge elettorale: cosa prevede (Mattarellum, Italicum, Consultellum, proporzionale)

Gentiloni premier verso la nuova legge elettorale

Politico di razza, rappresentante autorevole dell'Italia all'estero, deve riportarci alla democrazia dei governi scelti dagli italiani

Berlusconi: "Pronto a discutere con Renzi per rifare la legge elettorale"

L'ex premier apre alla possibilità di dialogo sull'Italicum, in caso di vittoria del No al referendum

Commenti