Politica

Immigrazione, Maroni: "Stop a Schengen"

Sentito dal Comitato Schengen, il governatore ha dato la sua ricetta per ridurre i flussi migratori. E ha annunciato una nuova lettera ai prefetti

Maroni Panorama d'italia015

Redazione

-

Gli accordi di Schengen vanno sospesi e vanno creati in Libia campi profughi e blocchi navali che impediscano le partenze dei migranti. Questo, in sintesi, è quello ha proposto il governatore della Lombardia Roberto Maroni, nell'audizione al Comitato parlamentare sull'indagine conoscitiva per i flussi migratori.

In aggiunta, Maroni ha annunciato di aver inviato ai prefetti lombardi una lettera in cui chiede che si consenta alle Asl di verificare le condizioni sanitarie nelle strutture che dovranno accogliere i migranti. "Ho appreso dalla stampa del trasferimento in Lombardia di ulteriori 500 migranti - ha detto Maroni - e dunque ho chiesto ai prefetti di sapere se tale notizia corrisponde al vero, le date di arrivo, in quali comuni e in quali strutture andranno i migranti". Domande fatte, ha aggiunto, "per consentire alle Asl competenti di verificare che vi siano le condizioni minime sanitarie, per poter garantire la salute di tutti e per prevenire possibili rischi sul fronte della salute pubblica".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

L'Agenda Ue per l'immigrazione: un piano senza sostanza

I quattro pilastri fondativi delle politiche comunitarie per il prossimo futuro sono un concentrato di belle parole e di azioni per il momento impalpabili. Occasione persa

Immigrazione, la spedizione contro gli scafisti è un bluff

Irrisoria e irridente negazione delle aspettative dell'Italia di condivisione della risposta alla tragedia dei migranti

Immigrazione: quando l'integrazione funziona

Da Belluno e Treviso le storie controcorrente di profughi accolti e inseriti in piccole comunità del Nord Italia

Commenti