Artini e Pinna espulsi dal Movimento 5 Stelle

La consultazione online sui due deputati "colpevoli" di non restituire parte dello stipendio come previsto dalle regole del movimento ha deciso per il sì

M5S: procedura espulsione per due deputati

Nella combo, Massimo Artini e Paola Pinna, i due deputati M5S per i quali è stata avviata sul blog di Beppe Grillo la procedura di espulsione, 27 novembre 2014 – Credits: ANSA

"Chi non restituisce parte del proprio stipendio come tutti gli altri, non solo viola il codice di comportamento dei cittadini parlamentari M5S, ma impedisce a giovani disoccupati di avere ulteriori opportunità di lavoro oltre a tradire un patto con gli elettori... I cittadini deputati Massimo Artini e Paola Pinna stanno violando da troppo tempo il codice di comportamento dei Parlamentari M5S sulla restituzione di parte dello stipendio liberamente sottoscritta al momento della loro candidatura senza la cui accettazione non sarebbero stati candidati...

... Nel Movimento 5 Stelle le regole vengono prima di ogni cosa ed è inaccettabile che la cittadina deputata Paola Pinna non faccia bonifici sul fondo per il microcredito da quasi un anno al contrario di tutti gli altri parlamentari che hanno restituito una media di 50.000 euro a testa....

... Massimo Artini invece da gennaio ha applicato un sistema di rendicontazione personale dove, mancano all’appello 7.000 euro. Nonostante i solleciti del capogruppo e dello staff ad attenersi alle regole, come potete verificare , il cittadino deputato Artini continua a non utilizzare il portale online per le rendicontazioni e quindi a non restituire i rimborsi spese...

Quindi valuta: Sei d'accordo che Pinna e Artini NON possano rimanere nel Movimento 5 Stelle? Vota ora!
La votazione sarà attiva fino alle 19".

I militanti del M5S iscritti al blog di Beppe Grillo hanno votato a favore dell'espulsione. Hanno partecipato 27.818 iscritti certificati. I sì sono stati 19.436 pari al 69,8%, i no 8.382 pari al 30,2%. È verso le 19,30, dunque, che una delegazione di deputati del M5S, guidata da Massimo Artini, si è recata da Beppe Grillo per incontrarlo di persona e avere "chiarimenti" sul post del blog del leader cinquestelle che ha avviato la procedura.

In rete, intanto, tra favorevoli e contrari, scoppia l'ennesima protesta. E sono in molti a postare direttamente sul blog di Grillo la loro indignazione, lo scontento e la mancanza di fiducia.

Alcuni esempi:

"ORA PERO' CI FATE VEDERE CHI E' QUEL 60% CHE HA VOTATO PER IL SI VISTO CHE QUI SUL BLOG LA MAGGIORANZA ERA PER IL NO. LA TRASPARENZA NON DOVREBBE VEDERSI ANCHE IN QUESTE COSE??? VORREI VEDERE IL MIO VOTO E QUELLO DEGLI ALTRI ISCRITTI MARCATO SU UNA LISTA CHE POSSA ESSERE CONTROLLATA DA OGNUNO DI NOI...
CMQ SIA, CON QUESTI MODI, OLTRE A PERDERE CONSENSI TOGLIETE ANCHE TUTTO L'ENTUSIASMO AI VOSTRI STESSI ISCRITTI... COME ISCRITTO E PARTE DELLA BASE (che fino a prova contraria è il vero Leader) PRETENDO UNA VOTAZIONE SULLA CONFERMA DELLO STAFF DI COMUNICAZIONE ATTUALE E SULLA LEADERSHIP DI BEPPE GRILLO. Come garante va bene ma se vuoi fare il Leader e prendere iniziative come questa facendo leva su una maggioranza di caproni masochisti voglio poterlo VOTARE SUL BLOG COME MI SI E' SEMPRE DETTO DI POTER FARE !!!! IN CASO CONTRARIO ANDATE VERAMENTE A CAGARE TUTTI QUANTI!!!"

"I contratti vanno rispettati, ma c'è anche il diritto di recesso!"

"Da stasera non è' che sono critico vs il Movimento, sono contro questo staff che vuo essere lui il movimento, e aizzare gli iscritti certificati contro i propri parlamentari che hanno criticato le scelte dello staff... Questo è' un movimento buono per i talebani che sono abbagliati dalla luce della Casaleggio Associati"

"ma perchè non si è anche votato cosa dovevano dire i "nostri" rappresentanti all'incontro con bersani o alla pagliacciata della delegazione con renzi ... la prima. Chi decide quando e cosa si deve votare ? e i nostri rappresentanti perchè non chiedono il parere degli elettori sulle questioni politiche che ogni giorno si presentano e magari non sono scritte nel programma ? chi si prende questa responsabilità andrebbe subito cacciato a calci in culo, senza convocare il "tribunale speciale"

"Io vado controcorrente.Secondo me queste espulsioni porteranno voti.
ps: naturalmente non quelli dei piddini"

"Bene da stasera, fino a quando non ci sarà una riorganizzazione di tutto il movimento, il mio voto e il mio impegno ve lo potete sognare"

"È chiaro che chi si macchia di un atto come quello ascritto ai due parlamentari incriminati deve essere espulso tuttavia io ho votato no perchè loro adducono prove contrarie e che mi sembrano meritevoli di approfondimento."

Queste invece alcune delle reazioni su Twitter durante le ore della consultazione:

© Riproduzione Riservata

Commenti