Politica

Governo Gentiloni: le sfide dei prossimi mesi

Emergenza terremoto, riforma elettorale, rapporti con l'Europa e salvataggio di Mps saranno al centro degli impegni del nuovo esecutivo

Governo: Gentiloni giunto alla Camera, incontro con Boldrini

Redazione

-

"Sono consapevole dell'urgenza di dare all'Italia un governo nella pienezza dei poteri, per rassicurare i cittadini e affrontare con massimo impegno e determinazione le priorità internazionali, economiche, sociali, a iniziare dalla ricostruzione delle zone colpite dal terremoto". Sono state queste le parole di esordio del premier incaricato Paolo Gentiloni

- LEGGI ANCHE: Il nuovo governo Gentiloni

L'emergenza terremoto

Priorità chiare, dunque, a cominciare da quella del terremoto. Dopo le scosse che hanno colpito il Centro Italia il 24 agosto e il 30 ottobre, sono ancora oltre 16mila le persone assistite dalla Protezione civile in sistemazioni provvisorie, che hanno urgenza di avere un alloggio stabile. Anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in diverse occasioni, ha precisato che quella della ricostruzione post terremoto è la priorità assoluta del nuovo governo. Il governo Renzi il 17 ottobre aveva varato un decreto legge con diverse misure. La più urgente è la fornitura dei container alle popolazioni che non vogliono abbandonare il territorio per raggiungere gli alberghi sulla costa.

- LEGGI ANCHE: Tutte le notizie sul terremoto in Centro Italia

La legge elettorale

La scadenza politica più urgente nell'agenda del nuovo governo sarà la riforma della legge elettorale. Attualmente abbiamo due sistemi diversi, uno per la Camera (l'Italicum) e uno per il Senato (il Consultellum, il vecchio Porcellum senza il premio di maggioranza che al Senato veniva assegnato su base regionale). Il 24 gennaio la Consulta è chiamata a esprimersi sulla validità dell'Italicum. In caso di probabilme bocciatura, il Parlamento deciderà se rinunciare del tutto alla legge, o armonizzarla con il sistema elettorale del Senato.

- LEGGI ANCHE: Problema Italicum, in attesa della Consulta è caos

Il salvataggio di Mps

Altro obiettivo prioritario del governo Gentiloni sarà quello di evitare il fallimento di Mps. Il Cda della banca ha riaperto la conversione dei bond ai piccoli risparmiatori. L'obiettivo è di trovare sul mercato i 5 miliardi necessari al salvataggio.

- LEGGI ANCHE: Mps, come può raggiungere i 5 miliardi di aumento di capitale

Il ruolo in Europa

Giovedì 15 dicembre si riunisce a Bruxelles il Consiglo d'Europa, l'ultimo del 2016. Al centro dei colloqui ci sarà il problema dei migranti, e in particolare le nuove norme sul diritto d'asilo. Come spiega oggi dalle colonne del quotidiano La Stampa l'ambasciatore italiano alla Ue Maurizio Massari, quello del 15 dicembre è un appuntamento fondamentale per l'Italia per richiamare l'Europa agli impegni presi sulla redistribuzione dei migranti.

- LEGGI ANCHE: L'Italia, l'Europa e il problema migranti




© Riproduzione Riservata

Commenti