Furia Toscani contro Fratelli d'Italia: "Le scuse non bastano"

Il manifesto di FI con la celebre immagine usata contro le adozioni gay scatena l'indignazione del fotografo: l'intervista

Oliviero Toscani

Sara Dellabella

-

È scoppiata una bufera intorno alla campagna pubblicitaria di Fratelli d’Italia in favore della famiglia tradizionale dopo la sentenza della Cassazione che ha riconosciuto la genitorialità dei bambini figli di coppie omosessuali. Il primo ad infuriarsi è stato Oliviero Toscani, ’autore dello scatto utilizzato per lo slogan “un bambino non è un capriccio - no alle adozioni per i gay” che su Twitter ieri tuonava “Ma cosa salta in testa a Fratelli d’Italia di usare una mia fotografia per una cosa del genere? verranno denunciati”. Ma gli stracci sono volati anche tra gli altri esponenti del mondo Lgbt e la leader Giorgia Meloni. Durissimo lo scambio di battute su Twitter con Vladimir Luxuria che in una provocazione lunga 160 caratteri ha affondato il colpo “spero che nessun bambino venga abbandonato da un padre a 12 anni come è successo alla vostra Giorgia Meloni”.
All’indomani della polemica Oliviero Toscani, celebre provocatore dell’immagine è tutt’altro che intento a chiudere tutta la vicenda con delle semplici e sbrigative scuse da parte del partito di Fratelli d’Italia.

Come è nata la fotografia?
Esattamente con l’intento contrario a quello per cui è stata utilizzata. Avevo realizzato una serie di fotografie per un giornale francese, Elle,dove era ospitato un servizio sulle famiglie moderne: tradizionale, divorziati, allargate, monoparentale, matrimoni misti tra culture diverse, donne con figli da diversi compagni e viceversa. Io ho avuto tre famiglie per esempio. Ed infine le famiglie omosessuali con figli.
Ma lei è d’accordo con le adozioni da parte degli omosessuali?
Io non sono assolutamente contrario, anzi. Mi da fastidio il travisamento e la speculazione a livello etico e morale a mio danno. Tra l’altro chi ha guardato bene si sarà accorto che quella foto è la più sbagliata per il messaggio che voleva dare Fratelli d’Italia: il bambino è felice e i genitori si vogliono bene. Io preferirei essere in una famiglia così piuttosto che in quelle dove padre e madre si odiano e i figli sono delle vittime.
Lei ha fortemente criticato la maniera come è stata gestita la vicenda da parte di Fratelli d’Italia…
Mi stanno proprio antipatici come partito.. Quello che pagheranno come risarcimento sarà devoluto per realizzare una campagna per le adozioni gay utilizzando la stessa foto.
C’è un aspetto di questa vicenda che le ha dato più fastidio?
Questa maniera un pò insolente ed arrogante. Sono proprio ignoranti.
Le scuse quindi non bastano?
Per le scuse è troppo tardi. Si sono fatti una bella pubblicità e se avessero usato una loro foto nessuno avrebbe detto nulla. C’è stata una speculazione grandissima e valuteremo quanto è valsa per chiedere il risarcimento. Il tutto si risolverà economicamente.

© Riproduzione Riservata

Commenti